Home
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

  • testext
  • Zakimos
  • LordAxim
  • Prodo

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Con che frequenza leggete librogame o letteratura interattiva in generale, indipendentemente dalla forma in cui essa è presentata (cartacea, digitale, app)?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 54.80.209.254
Una novità interlocutoria

Veder produrre un libro-gioco a una casa editrice che di solito si occupa di altro, come la Plesio, è già di per sé particolare. Se poi tale volume non fa parte, per ora, di una vera e propria serie, ed è scritto da un giovanissimo e sconosciuto autore 19enne, Emanuele Maia, l'evento diventa ancora più curioso. Venus: A New Dawn oscilla costantemente tra il fascino del nuovo che avanza, con alcune buone idee, e i difetti che l'inevitabile ingenuità, presente sia a livello narrativo che strutturale, non manca di proporre. Zakimos ha analizzato l'opera per noi, e il suo giudizio finale rispecchia in pieno tale ambivalenza. Se volete saperne di più visitate la sezione Recensioni.