Home Enciclopedia Traduttori
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Librogame dopo il Corona Virus: che ne sarà del mercato interattivo superata la crisi?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.233.215.196

dettaglio libro

titolo Le miniere di re Salomone
volume 3
titolo originale Les mines du roi Salomon
serie Misteri d'Oriente
autore/i Dominique Monrocq
Doug Headline
Michel Pagel
illustratore/i D'Erik Juszezak
Jacques Terpant
traduttore/i Eleonora Baron
paragrafi 580
genere Fantasy
protagonista/i Prete Gianni, leggendario crociato a cavallo tra storia e mito
trama Un incredibile salto nel passato, un viaggio nel tempo verso la gungla africana dove si trovano le miniere di re Salomone. Nel labirinto sotterraneo sei in caccia della Morte Bianca, una misteriosa presenza che semina il terrore tra i minatori. Un'altra traccia verso la tua meta lontana.
note La serie Misteri d'Oriente prende spunto dalla figura di Prete Gianni, leggendario crociato di cui si parla in molte cronache medievali. La collana risulta brutalmente interrotta al quinto numero: inizialmente ne erano stati annunciati 8 capitoli ma purtroppo gli ultimi tre non sono mai stati ultimati.
Edizioni
EL1989
media voto
7.8
Per questo libro sono presenti 2 recensioni (leggi recensioni)

commenti
sancio
7.5
2017-06-17 08:32:37
Continua la ricerca del prete-guerriero
Ancora più avvincente e avventuroso nella discesa delle miniere, fino al colpo di scena finale. Ottima la narrazione e scelte da fare mai banali.
gabrieleud
7
2019-06-11 15:04:00
Labirinto
Una bella storia, in uno scenario diverso dal solito. L'avversario finale è affrontato in modo originale.
djmayhem
8
2019-06-12 08:07:37
Mitico!
inferiore ai primi due ma sempre affascinante
aggiungi commento