Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2014 I CORTI 2014 - Il Guardiano - (2 - 8 Giugno)
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

  • F.A.S.

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Librogame in versione variant o deluxe: cosa ne pensate?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.233.221.149

I CORTI 2014 - Il Guardiano - (2 - 8 Giugno)

Re: I CORTI 2014 - Il Guardiano - (2 - 8 Giugno)

Scusate tantissimo ma non riescoa stamparlo. Sul foglio appaiono solo i numeri dei paragrafi e i glifi. Che stregoneria è mai questa?

To serve and correct

Mancolista/Doppiolista

gabrieleud
Lo scopavirgole
Principe del Sole
ranks
useravatar
Offline
6169 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Il Guardiano - (2 - 8 Giugno)

Davvero tanta, tanta carne al fuoco per il racconto di questa settimana. Riuscirà l'autore a cuocerla tutta senza bruciarla? Più procediamo nella lettura più ci rendiamo conto che ai fornelli c'è un vero maestro, in grado di tenere tutto sotto controllo: codici, abilità, bivi, storia, oggetti... Era facile farsi sfuggire qualcosa in mezzo a tale abbondanza ma tutto fila liscio, tutto si incastra alla perfezione.
Ogni riga del corto contiene almeno un elemento degno di lode. Ne cito alcuni tra i tanti.
- la splendida mappa a forma di gelato con le varie zone che raffigurano le fantasie del bambino.
- il protagonista: una sorta di spirito guida che protegge i sogni dei bambini e li aiuta nella crescita, nascosto nel corpo di un pupazzo. Idea originale e fantastica.
- ottime citazioni, da quelle colte a quelle simpaticissime dei cartoni animati.
- la prima apparizione dell'uomo nero: la più classica delle ninna-nanne non è mai suonata così spaventosa.
- l'indovinello finale, semplice ma talmente inaspettato da lasciare spiazzati.  

Sul regolamento muovo qualche critica. Ipertrofico, esagerato. Il sistema di combattimento mi ha ricordato quello utilizzato in alcuni libri della serie compact. Troppe tabelle per ovviare al divieto di dadi et similia. Molto più snello, funzionale ed originale quello basato sui glifi usufruibile a partire dalla seconda lettura.  

Se il regolamento alternativo fosse stata la prima scelta avrei dato 10. Così potrei dare 9, o 9 e mezzo. Ma mi vedo costretto, con vero dispiacere, ad abbassare di molto il mio voto. Il motivo: la scarsa attinenza al tema del concorso. Il protagonista è un essere soprannaturale, temporaneamente confinato in un oggetto raffigurante un coniglio. Non è un animale esattamente come un manichino non è un essere umano. E ovviamente non è un italiano. Il tema dello svantaggiato è buttato un po' lì,  oserei dire il minimo sindacale per essere in concorso. L'autore spiega come il protagonista perda la zampa nel primo scontro con l'uomo nero, poi ogni tanto accenna in qualche paragrafo alle difficoltà causate dalla mutilazione (ad esempio nello scalare la pila di pneumatici). Ciò nonostante il nostro guardiano sembra svolgere senza problema alcuno i suoi compiti: difende il suo pupillo per tre anni, combatte contro mostri di tutti i generi diventando più forte dopo ogni scontro ed utilizzando ogni genere di mossa. Non una disabilità, non una situazione, non una penalità nel regolamento lo qualificano come svantaggiato, se non alcuni passaggi narrativi infilati qua e là, passaggi  che si potrebbero tranquillamente rimuovere facendo filare comunque il racconto. Il Guardiano non si trascina stoicamente come Nyxator né si barcamena tra emarginazione e crisi di astinenza come il tossico. Ha una zampa in meno, vero, ma ciò non sembra procurargli alcuno svantaggio rilevante. L'autore ha a mio avviso pesantemente mancato l'interpretazione del tema di quest'anno e non considerare ciò sarebbe ingiusto nei confronti degli altri concorrenti. Per questo motivo, pur considerando Il Guardiano un corto eccellente, il mio voto finale si abbassa a 7.

La vita è dura per i soldati di ventura.

Jhongalli
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
507 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Il Guardiano - (2 - 8 Giugno)

Ho trovato un po' pesante il regolamento, forse ci sono un po' di magagne con le virgole e gli accenti, non lo so perché sono stanco e sono fatto come un biglia di medicinali ma se anche fosse chissenefrega, molto azzeccato l'aspetto grafico direi un bel 10 pieno, ho trovato un po' troppo pesante il regolamento e ci ho messo un po' a raccappezzarmi ma l'ho divorato tutto d'un fiato.
Davvero non capisco perché devo aspettare il concorso di LGL per leggere qualcosa di decente.

Il miglior materiale per gdr gratuito da 150 anni: http://makemake.forumfree.it/

E.A. Coockhob
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1062 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Il Guardiano - (2 - 8 Giugno)

Faccio tornar su il thread (stava già andando in seconda pagina).

monpracem
Scienziato Pazzo
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1591 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Il Guardiano - (2 - 8 Giugno)

Il racconto mi è piaciuto sotto molti punti di vista.
Narrativamente scorre fluido e non ho notato sviste particolari. L'unica cosa che non ho capito è perché l'uomo nero non finisce il peluche appena lo vede anziché entrare nella sfera. Forse voleva ucciderlo proprio di fronte al bimbo? Risposta plausibile ma che non viene spiegata, magari l'autore ce lo spiegherà alla fine.
Le regole sono complesse ma non complicate, c'è solo un po' di sbattimento a continuare ad andare agli appendici durante i combattimenti, ma niente da far venire il mal di testa. Buona l'idea del secondo regolamento, per aumentare la longevità del racconto.
Anche qui i finali sono tutti, scusate il gioco di parole, alla fine. Ma in un racconto strutturato a mappa era difficile fare altrimenti.
Infine, una nota sul tema: non sono d'accordo che lo svantaggio non si veda. Certo, il peluche combatte, salta, si arrampica come non fosse senza un braccio. Ma lui normalmente avrebbe la magia dalla sua. Ne è la prova che

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
  quando riacquista l'uso del braccio ritorna anche in lui la magia e fa comparire le cose dal nulla, combatte ad armi pari con l'uomo nero (e lo sconfigge pure) e ha una riserva infinita di energia onirica. Quindi secondo me si tratta di uno svantaggio "magico" ben evidente in tutto il testo. Tant'è che se si fa un uso smodato dell'energia onirica, si fa ben presto una brutta fine.
Assegno al corto un 8, complimentandomi con l'autore per le buone idee avute e per come le ha sviluppate.

Il buongiorno si vede dal mattino.
E' la giornata di merda che ti coglie completamente impreparato...

suaimondi
Miracle Blade
Grande Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
818 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Il Guardiano - (2 - 8 Giugno)

Mi è stato segnalato che ci sono alcuni problemi di visualizzazione nel file di questo Corto. Grazie a EGO che mi ha fornito una versione corretta, ora potete tranquillamente leggere o scaricare il file dal link in prima pagina.
Con molte scuse all'autore e a tutti voi.

gpet74
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2141 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Il Guardiano - (2 - 8 Giugno)

La sparo li: magari si potrebbe dare a questo corto qualche giorno in più visto il disguido, lasciandone aperte le votazioni in contemporanea al prossimo. In effetti mi stavo domandando il perché di questa defezione di massa ed ora s'è capito... wink

monpracem
Scienziato Pazzo
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1591 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Il Guardiano - (2 - 8 Giugno)

monpracem ha scritto:

La sparo li: magari si potrebbe dare a questo corto qualche giorno in più visto il disguido, lasciandone aperte le votazioni in contemporanea al prossimo. In effetti mi stavo domandando il perché di questa defezione di massa ed ora s'è capito... wink

No, in realtà l'unico problema era che le tabelle dei combattimenti erano leggermente sfalsate, per cui risultavano un po' più difficili da seguire.

Credo che la defezione sia dovuta al fatto che il regolamento di questo Corto è molto più complesso dei precedenti.

Poi ci sono le defezioni di Aloona e forse qualcun altro per motivi ben diversi, sui quali spero che cambino idea.

EGO
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1967 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Il Guardiano - (2 - 8 Giugno)

Spero di aver tempo di giocarlo per dare il mio voto. Non ho votato finora proprio perché ho avuto solo il tempo di sfogliarli e giochicchiarli (tranne guerre civili). sad

monpracem
Scienziato Pazzo
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1591 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I CORTI 2014 - Il Guardiano - (2 - 8 Giugno)

In realtà, con voti così alti, le assenze non possono che alzare la media e fare del bene al Corto. Quindi state sereni.
Comunque, tanto me le avreste fatte a strisce se le avessi, che do anche il mio giudizio.
Perde molto del suo senso, per quel che avrebbe voluto essere, se confrontato con altri racconti… ma nella mia scala significa che questo è davvero sorprendente. Il regolamento è un po' macchinoso, ma non l'ho trovato pesante, tecnicamente fila bene, alza di molto la "giocabilità" e questo conta, dal punto di vista del "gusto" mi piacciono i regolamenti dinamici. E' stata la principale ragione per cui ho alzato il mio voto anche a "Cuore di Cane".
La scrittura è deliziosa, l'originalità altissima, la fantasia ben sfruttata e le trovate/citazioni da tutti i principali "mostri" classici dell'infanzia (per non parlare di "Tim e Larry", anche i miei preferiti!  applauso ) tutte al posto giusto e nel modo giusto. Apprezzo moltissimo anche la capacità di mantenere un'atmosfera a filo tra la meraviglia, il divertimento, ma anche l'inquietudine, ricordandomi non poco anche alcuni videogiochi "dark favolistici": l'isola dei Puzzle è fantastica, straniante e a tratti commovente; l'abilità descrittiva è ottima, mi è parso di vederla e l'idea di unire la passione tipica dei puzzle dei bambini ai ricordi frammentati del Protetto è azzeccatissima. Ogni area mi ha intrigato, particolarmente anche la città dei mattoncini: divertente e ben sfruttata l'idea degli omini che salutano il nostro eroe come fosse un visitatore abituale e chiedono notizie del "mondo di fuori", proprio come in un vero piccolo paesello. Il nemico "Aspirapolvere" è geniale: bisogna mantenere una viva memoria dell'infanzia per trattare ciò che in un mondo di giocattoli è un "dramma" reale,  con la stessa "serietà" con cui si sarebbe potuto descrivere quello di un "tornado" in un paese del mondo reale e la difficile scelta di sacrificare una vita per un'altra, senza che il soggetto "infantile" la ridicolizzi.
La figura del Coniglietto mi piace tantissimo, il fatto che Alessandro si metta subito la zampa in bocca sa quasi di "premonizione" e non credo sia un caso. Anche questo personaggio mi ha commosso nella sua piccola eroicità e trovo ben espresso l'affetto che lo lega al padroncino. Last but not least: inseguire i Sogni D'oro e avere di base l'idea di un Protettore dei Sogni incarnato in un peluche… che dire, è perfetta! E' quel che ogni bambino piccolo pensa, quando se lo stringe addosso la notte e ci parla di giorno! NDR: io avevo un grosso orso bianco, che ancora ricordo con amore e gratitudine.
In ultimo: bel lavoro grafico e paziente con i glifi e i simboli da collezionare. L'autore ci ha messo davvero il cuore in questo lavoro e si sente.

Difetti: non mi dispiace il "true path", bel tentativo, ma avrei messo almeno una chance di sconfiggere nel modo migliore l'Uomo Nero, senza ricorrere alla "conoscenza del nemico". SE NON MI SONO PERSA NULLA, praticamente o la si usa o si finisce sempre male. E' un peccato, ci si sente UN PO' contrariati ad aver fatto tutta quella fatica e imbroccato le giuste mosse, per poi finire comunque male senza scampo, SALVO non si usi il trucchetto. Belli, comunque, i finali positivi. Commoventi.

Ultima nota: vero che l'animale è "relativo", pur se ciò è stemperato dal tipo di attacchi tipicamente "coniglieschi" e l'uso delle caratteristiche tipiche come le grosse orecchie che captano bene; è anche vero che lo svantaggio si sente poco. Ok, da malus alla magia, ma sembra più evidenziato a parole che a fatti, dovrebbe pesare di più. In alcuni momenti sembra ininfluente, come nell'area Monte Ruota, dove riusciamo a tagliare come burro le gomme pur con una zampa di meno. Non va comunque COMPLETAMENTE fuori dai canoni, è da aggiustare il tiro. Ciò fa calare il mio voto, ma nel complesso lo trovo un librogame che vorrei per la mia collezione e che promuoverei volentieri.

Voto: 9,5 con una nota: considerando le migliorie da apportare, dovrei dare 9, che per me è comunque ALTO; ma devo considerare che altri Corti di livello secondo me inferiore hanno preso dei 10 non posso fargli così tanto torto. Spero che l'autore continui a produrre cose del genere e magari anche migliori. Non ho dubbi che sia in grado.

Segnalo anche un errore, che non influisce nel voto, sul rimando al par. 16 dalla mappa: attenzione, porta all'1. Correggerlo.

A head full of dreams

Aloona
1° Direttrice della Gazzetta
Moderatore
useravatar
Offline
7592 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
4929
Totale Sondaggi:
98
Totale Messaggi:
142483
Totale Messaggi Oggi:
19
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
5824
Ultimo Utente Registrato:
signortenente