Home Forum General Librogame e dintorni Ancora un LibroNostro: online Realtà Virtuale 7 Desperados
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Librogame in versione variant o deluxe: cosa ne pensate?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.233.221.149

Ancora un LibroNostro: online Realtà Virtuale 7 Desperados

Re: Ancora un LibroNostro: online Realtà Virtuale 7 Desperados

Ho finito il libro.
Chi non l'ha ancora letto non legga questi miei commenti.

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
Parto dalla fine: per restare in tema, questo libro è un candelotto di dinamite.
Sono davvero senza parole ma cercherò di giustificare questo entusiasmo che faccio fatica a contenere.

Scrittura:
quasi perfetta, non ci si rende conto di leggere un libro e si possono godere appieno la trama e l'atmosfera. Ho trovato pochissimi refusi, a testimonianza che i revisori hanno fatto un ottimo lavoro. I pochi che ho trovato li ho annotati qualora si voglia rilasciare una seconda versione esente anche da queste imperfezioni (comunque trascurabili).

Ambientazione:
è resa in maniera straordinaria. Non sono uno che fa complimenti con facilità, ma qui ci si deve togliere il cappello (Stetson ovviamente) di fronte alla maestria dello scrittore. A creare questa atmosfera contribuisce anche l'uso di molti termini caratteristici (derringer, saguaro, tumbleweed, stetson ecc). E poi ragazzi... questo è scrivere, la narrazione scivola che è un piacere, mai un inciampo (a parte forse in un paio di occasioni ma si tratta di gusti personali).

Trama:
La trama è congegnata (è il caso di dirlo) in modo splendido. Tutto si incastra alla perfezione. È evidente che si è spesa una gran quantità di tempo per incastrare tutto come un puzzle. Il risultato vale gli sforzi fatti; nelle partite che ho fatto non ho trovato nessuna incoerenza. L'intreccio è notevole, mai  frustrante ma tutt'altro che scontato (almeno per me). "Obbliga" a giocare parecchie partite per capire bene come procedere, ma sa tenerti incollato fino in fondo.
Il finale è di quelli che non si dimenticano.

Parole d'ordine:
azzeccate, quando le leggi senza possederle non le capisci, ma quando le conquisti il significato appare chiaro e strappa un sorriso.

Scene:
si ride spesso e volentieri, ma non si risparmiano nemmeno scene drammatiche (come la crocifissione alla ruota).
Anche i personaggi caricaturali (ad esempio l'incontro con Lefty) sono descritti in modo tutt'altro che banale. Questa frase mi ha fatto scompisciare dalle risate:
«Invero sarebbe d'uopo un aiuto,» ammette Lefty. «Mi trovo in un'incresciosa situazione!»

Esilarante poi la chiacchierata con il negoziante all'emporio di Chanford, da leggere e rileggere, ma di scene memorabili ce ne sono tantissime.

E poi ci sono tante piccole chicche che magari possono passare inosservate ma che sono quelle che sicuramente mi faranno rileggere il libro anche a distanza di tempo. Un piccolo esempio che mi è piaciuto molto:
«Stavi derubando “Vulture”  Steve,» ti interrompe lui, sporgendo in avanti la testa come un uccello da preda.
(chissà perché lo chiamano Vulture...)

Di Rygar avevo letto solo il corto di quest'anno, che era scritto molto bene. Un libro però è cosa diversa. Avevo grandi aspettative e temevo di rimanere deluso.
Invece mi ritrovo già ad aspettare il prossimo libro di uno scrittore a cui auguro tutto il successo che merita.
Vado a dare il mio voto in enciclopedia, che inevitabilmente surclasserà tutti i miei voti precedenti.

phantom
Grande Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
822 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Ancora un LibroNostro: online Realtà Virtuale 7 Desperados

Vi avevo avvisato! smile

Avanti, siori. Commentino, commentino!

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
Dannati refusi! Sono anche colpa mia, quindi chiedo venia.

Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate.

I miei racconti

Apologeta
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1724 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Ancora un LibroNostro: online Realtà Virtuale 7 Desperados

phantom ha scritto:

hmm
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 Adriano Ziffer ==> Adrian Cypher

Te possino  smile2

edit:
e ancora «Conosco Adrian Cypher, è un bravo ragazzo.»

Ma daiiii  lol

Muy bien, hombre!

"Se non volete sentir ragioni, sentirete il filo delle nostre spade!"

Rygar
Tetro Lettore / Grim Reader
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Ancora un LibroNostro: online Realtà Virtuale 7 Desperados

Ho mandato a Rygar la lista dei refusi che ho trovato.

phantom
Grande Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
822 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Ancora un LibroNostro: online Realtà Virtuale 7 Desperados

Anima di Lupo ha scritto:

. Devi dire al tuo agente di scegliere meglio le date.. smile2  wink

In parte è anche colpa mia. Il libro era pronto i primi di Ottobre, ma purtroppo è incappato in un periodo gravido di uscite e ha dovuto fare un po' di "lista di attesa".

Ne approfitto per pubblicare a mia volta la mia disamina: l'ho inviata a Rygar subito dopo aver letto e testato il libro in anteprima (ecco perché mi rivolgo direttamente a lui), e forse ha senso condividerla anche con voi. Ovviamente è spoilerosa, occhio a quando la leggete smile.

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 Il libro mi è piaciuto, hai reso perfettamente l'atmosfera del vecchio west, inserendo tutta una serie di classici imperdibili: il vecchio pazzo nella città fantasma, il duello con le pistole, l'assalto al treno, il campo dei banditi, lo sceriffo burbero e ottuso, e quello duro ma onesto, il deserto con le sue insidie. Questa secondo me è la forza assoluta del volume, il principale pregio: ottimi contesti, incontri vari e divertenti, alta possibilità di immedesimarsi e lasciarsi prendere. Le ore di letture scorrono via rapide, e la storia non è mai pesante o tediosa. E' un pregio non certo frequente, che regala una marcia in più e un voto sopra la media al tuo lavoro.

Anche il richiamo a qualche tema "sociale" come il razzismo contro Pierre (a proposito, bella la trovata del postiglione nero, la prima volta in cui l'ho cercato a Red Eye non avevo proprio pensato potesse essere lui) aggiunge interesse allo scritto, e sei stato bravo a trattarlo con la giusta leggerezza.

Il percorso di fatto è doppio, perché per concludere l'avventura conquistando l'epilogo migliore bisogna recuperare i titoli bancari, e questo è possibile o sul treno raggirando Fitzpatrick, o nella ghost town attraverso una serie di passaggi abbastanza tortuosi. In questo secondo caso sei stato bravo a non legare ogni possibilità al solo fatto di aver visitato il saloon. Anche se ci limitiamo a scendere nel pozzo e a recuperare la cassetta di ferro abbiamo la possibilità di aprirla senza chiave, e quindi senza profanare il cadavere di Jim, ricorrendo al fabbro in città.

Credo che il libro tenda più verso la semplicità e che tu abbia scelto di tarare la difficoltà in modo che l'avventura non risultasse troppo ostica. Tuttavia trovare le azioni non è semplicissimo, e questo garantisce almeno una o due riletture.

Tutto sommato considerando che potrebbe attirare, anche per la sua interconnessione con una collana EL apprezzata come Realtà Virtuale, molti lettori anche occasionali, mi sembra una scelta azzeccata.

Morire per perdita di PF è molto difficile, e gli oggetti reperibili, anche se quasi tutti utilizzabili in almeno un'occasione, non sono praticamente mai decisivi (titoli bancari a parte) perché c'è sempre una seconda possibilità di superare un passaggio legato a un oggetto, magar se si è in possesso di una particolare caratteristica, oppure recuperare una situazione in un secondo momento.

Anche questa scelta la approvo: i libri con true path troppo stretti, o con troppi passaggi chiave legati al possesso di questo o quell'oggetto non piacciono a tutti, e per molti alla lunga risultano noiosi e frustranti.

Il volume secondo me ha tre difetti, non certo decisivi. Piccole imperfezioni di un'opera per tutti gli altri versi eccellente:

- L'epilogo: lo scontro finale è debole, dei due nemici uno viene ucciso dal compare e l'altro si fa fuori facilmente qualsiasi scelta si compia o quasi. Morire è difficile e comunque il faccia a faccia si risolve in due o tre paragrafi al massimo. Poi siamo costretti a farci gabbare da Sanders qualsiasi cosa facciamo, senza poterlo affrontare e punire per il suo comportamento.

L'unica soddisfazione che possiamo prenderci è quella di sostituire le azioni e colpirlo così nel portafogli, che sicuramente è la parte più esposta del viscido uomo di affari. Però anche se riusciamo a sostituire i titoli, l'epilogo è abbastanza scarno e ci da poca soddisfazione. Devo dire che dopo essermi divertito molto lungo tutto il corso della narrazione vedere la vicenda chiudersi così mi ha lasciato un po' di amaro in bocca.

- Le caratteristiche: hai commesso anche tu nell'errore tipico di quasi tutti i Realtà Virtuale del lotto. Ci sono un paio di caratteristiche, come Astuzia e Tiro con la Pistola, che sono fondamentali e risolvono un buon 70% delle situazioni che affrontiamo. Le altre pesano infinitamente meno. E se alcune ancora ci sono utili come lotta, destrezza e agilità, altre come armi da taglio e tiro con l'arco servono a pochissimo.

E persino sopravvivenza, caratteristica che sembra fondamentale per viaggiare nelle praterie del west, non ha un grande peso. Intendiamoci, non è che sia chissà quale difetto, e anche Morris ci è caduto, e non toglie nulla alla godibilità del libro. Però, soprattutto se si gioca più volte, salta all'occhio, e ogni tanto si ha l'impressione che in certe situazioni si potevano sfruttare di più alcune skill poco chiamate in causa.

- Gli indiani che fine hanno fatto? Forse mi sono perso qualche passaggio, ma non si incrociano praticamente mai. Ci sono neri, messicani, meticci, ma quasi mai indiani (giusto qualcuno non meglio descritto nella banda di Calvera). E' l'unica pecca a livello di quadro storico-narrativo che ho trovato. Io sono molto affascinato dalla cultura dei nativi americani, e ho letto molto sull'argomento: mi sarebbe piaciuto qualche rimando in più, e magari la possibilità di vivere una delle quest secondarie in un villaggio indiano, anche considerando il fatto che uno dei personaggi che possiamo scegliere come nostro alter-ego è un Navajo.

Sei stato bravissimo in tutto il resto a livello di intreccio, ambientazione e caratterizzazione dei personaggi: mi è dispiaciuto un po' notare quest'unica mancanza.

Comunque complessivamente un ottimo volume, saldamente superiore ad almeno quattro dei sei capitoli originari di Realtà Virtuale. Forse rimane una lunghezza dietro ai due capolavori della collana (L'Abisso dei Morti Viventi e Cuore di Ghiaccio), ma nella mia graduatoria personale arriva con merito sul podio. Se dovessi giudicarlo in una scala decimale direi che 8 è un voto giusto, che rende adeguatamente merito a un lavoro encomiabile.

Prodo
Direttore
Amministratore
useravatar
Offline
10492 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Ancora un LibroNostro: online Realtà Virtuale 7 Desperados

Tre risposte a Prodo:

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
1) Epilogo. All'epoca segnalai la stessa cosa, ma limitatamente a Sanders. Lo scontro con il cattivo è semplice, se vuoi, ma affrontabile in una varietà notevole di modi.
2) Caratteristiche. Sinceramente non mi parevano sbilanciate, ma sapete che sono debole nel betatesting dell'aspetto game. Anzi, mi pareva troppo avvantaggiato chi aveva il tiro con l'arco...
3) Indiani. Boh, a me non sono mancati. Sarà perché vedo il west molto più con l'ottica contemporanea di un McCarthy: cavalli, frontiera, Mexico. Ammetto di non essere fan di questa cultura, né mi intriga particolarmente.

Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate.

I miei racconti

Apologeta
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1724 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Ancora un LibroNostro: online Realtà Virtuale 7 Desperados

Alabama!!! smile2

Un' idea, un concetto, un' idea, finche' resta un' idea e' soltanto un' astrazione.
Se potessi mangiare un' idea avrei fatto la mia rivoluzione.

Yaztromo
re fuso
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
4444 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Ancora un LibroNostro: online Realtà Virtuale 7 Desperados

phantom ha scritto:

Ho mandato a Rygar la lista dei refusi che ho trovato.

Ricevuta e archiviata! Provvederò al più presto.

"Se non volete sentir ragioni, sentirete il filo delle nostre spade!"

Rygar
Tetro Lettore / Grim Reader
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Ancora un LibroNostro: online Realtà Virtuale 7 Desperados

Ottima compagnia durante i turni di notte!!! Grandi!!!

PaxTharkas
Ranger
Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
177 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Ancora un LibroNostro: online Realtà Virtuale 7 Desperados

PaxTharkas ha scritto:

Ottima compagnia durante i turni di notte!!!

Mi sembra appropriato, visto che lo ho scritto durante i turni di notte.

"Se non volete sentir ragioni, sentirete il filo delle nostre spade!"

Rygar
Tetro Lettore / Grim Reader
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
4929
Totale Sondaggi:
98
Totale Messaggi:
142483
Totale Messaggi Oggi:
19
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
5824
Ultimo Utente Registrato:
signortenente