Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2017 I Corti 2017: cosa ha funzionato e cosa no
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Grandi fiere ludiche e interattive nell'era covid: Modena a settembre, Lucca a novembre. Se si dovessero realmente tenere ci andrai?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 54.236.59.154

I Corti 2017: cosa ha funzionato e cosa no

I Corti 2017: cosa ha funzionato e cosa no

Amici, nel 2018 festeggeremo la decima edizione del Concorso dei Corti e dobbiamo prepararci per tempo ad una nuova edizione scoppiettante.
In quanto organizzatore del Concorso numero 9, abbasso il sipario su questa bella esperienza, chiedendovi però di raccontarmi cosa ha funzionato bene e cosa invece è da migliorare.
Sentitevi liberi di esprimere liberamente il vostro pensiero.
Comincio io:
+
La varietà di Corti in concorso (fumetti, a mappa, a enigmi, senza rimandi ai paragrafi, sistemi di gioco sperimentali...)
Una buona partecipazione (15 Corti in gara, di cui due ritirati e 6 fuori concorso)
La suspence di non conoscere il Corto vincitore fino alla proclamazione

-
Poca partecipazione da parte del pubblico
Poca partecipazione da parte degli autori (solo 7 in gara)
Di tre temi, solo due sono stati effettivamente utilizzati
L'aderenza al bando è spesso stata al limite del regolamento (personaggi ed evento)

Quando hai poche carte è importante sapere in che modo ed in quale istante giocarle...

babacampione
Assassino della Grammatica
Grande Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
906 Messaggi
Info utenti nei messaggi

Re: I Corti 2017: cosa ha funzionato e cosa no

Dal mio punto di vista posso dire che il voto segreto è stata una grandissima trovata, siamo rimasti col fiato sospeso fino all'ultimo e non ci sono state né influenze né polemiche. Sicuramente andando a confrontare i giudizi con i voti probabilmente si noterebbero quei paradossi tipici dei sondaggi ("Veramente un ottimo prodotto, complimenti: gli dò un 6 pieno!" - "Guardi, mi scusi ma non sono affatto soddisfatto, più di 7 non posso proprio dargli") ma anche questo aggiunge suspense.

Il concorso in sé è stato divertente e ha permesso di dare un po' di spettacolo, che è la cosa più importante: parlare dei Corti e fare i franchi tiratori coi propri tanto che altri utenti si sono eretti a difesa dell'autore misterioso sputtanato è stato spassoso lol

Purtroppo la scarsa partecipazione è una cosa che ha colpito anche me, e immagino che abbia deluso ancora di più gli autori che hanno dedicato ben più energie e passione al concorso. Posso capire che gli impegni sociali e/o lavorativi lascino poco tempo, ma è possibile che così tanti utenti non abbiano trovato una mezz'oretta di tempo per leggersi un Corto? Oltretutto dovrebbe essere proprio un momento piacevole per staccare dalla vita quotidiana, tanto più in un forum di appassionati del genere.
Questa cosa alla fine mi ha fatto sentire un po' inadeguato, perché mi è sembrato che riuscire a leggere i Corti e giudicarli/votarli fosse sintomo di faciloneria e incompetenza, quando gli altri davano l'impressione di stare giorni e giorni a sviscerarli senza magari riuscire a finalizzare la cosa con un voto.
Forse quest'anno ci sono stati troppi Corti, o forse come diceva Zakimos (se ricordo bene) la proposta di qualcosa di troppo sperimentale o complesso ha fatto allontanare alcuni potenziali votanti.

Si è imposta nettamente la distinzione tra quanti preferiscono una buona storia semplice e scritta bene e quanti invece prediligono l'aspetto ludico senza badare agli eventuali refusi, e va benissimo così. Con la consapevolezza che non si può fisiologicamente accontentare contemporaneamente due pubblici così diversi (con tutte le sfumature che ci sono tra questi due estremi) parteciperò ancor di più a cuor leggero bigsmile2

Direi che per il prossimo concorso sia superfluo fare una sezione con i Corti fuori concorso, perché non se li incula nessuno.

GGigassi
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1989 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2017: cosa ha funzionato e cosa no

+
voto segreto
tre opzioni di tracce da seguire anziché una sola
tempistiche di pubblicazione e votazione dei corti

-
troppi racconti fuori concorso
pochi autori (anche se i corti erano tanti)
calo dei votanti dopo i primi corti

Votiamo In Enciclopedia!
Copiate i messaggi prima di inviarli -pericolo slog!-

sancio
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1027 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2017: cosa ha funzionato e cosa no

Direi che la grande novità è stata il voto segreto che da una parte ha tolto un po' di pathos all'arena ma dall'altra ha dato maggior serietà al tutto.
La nuova terna deciderà se riproporlo oppure no.

Per il resto, tutto bene. Sono felice e orgoglioso di come il Concorso stia arrivando al 10° anno rinnovando i suoi protagonisti.

Sulla scarsa partecipazione non possiamo farci nulla, mi dispiace e lo dico come autore e come membro della Community, ma purtroppo ognuno di noi ha i propri impegni e fa le sue scelte e se non può o non vuole leggere i Corti io lo comprendo.

Fa che ciò che ami sia il tuo rifugio

Anima di Lupo
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2482 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2017: cosa ha funzionato e cosa no

E' stata una bellissima esperienza minata da un solo aspetto negativo di cui già avete parlato.

Il voto segreto è stata un'ottima aggiunta. Ho anche apprezzato il fatto che gli autori non potessero votare i propri corti, lasciando fuori ogni dubbio "morale" su quale sia la valutazione giusta da dare in quei casi.

Per il prossimo anno sarei andato addirittura oltre, togliendo tout court la possibilità agli autori di votare le altre opere (pur potendo esprimere un giudizio). Personalmente non mi è piaciuto granché dover giudicare i miei avversari, col rischio magari di punire aspetti presenti inconsapevolmente anche nei miei corti.

Il punto è che non si può fare perché la media dei votanti calerebbe drasticamente. Il che è un peccato, perché significa che questa edizione del concorso è stata molto autoreferenziale.

Per ovviare al problema si potrebbe pensare per il prossimo anno di inserire quanto meno un limite al numero delle opere in gara, escludendo i fuori concorso dalla competizione. Così facendo l'attenzione del pubblico sarebbe concentrata in pochi mesi su poche opere.

Un'altra modifica che introdurrei è dare più peso al giudizio di chi ha votato tutti i corti. Non è successo quest'anno, ma prendiamo il caso in cui un recensore particolarmente severo decida di votare con un 5/6 quattro opere, abbassando la loro media, e poi decida di non votare più le successive falsando l'intera classifica.

Zakimos
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1464 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2017: cosa ha funzionato e cosa no

Zakimos ha scritto:


Un'altra modifica che introdurrei è dare più peso al giudizio di chi ha votato tutti i corti. Non è successo quest'anno, ma prendiamo il caso in cui un recensore particolarmente severo decida di votare con un 5/6 quattro opere, abbassando la loro media, e poi decida di non votare più le successive falsando l'intera classifica.

in realtà ci abbiamo provato con l'art 22. Bisognava votate almeno un terzo dei corti per ritenere i voti validi

Quando hai poche carte è importante sapere in che modo ed in quale istante giocarle...

babacampione
Assassino della Grammatica
Grande Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
906 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2017: cosa ha funzionato e cosa no

io mi scuso nuovamente con tutti per non aver trovato il tempo di leggere niente e votare nessuno. Di fatto, non ho messo nemmeno un piede quest'anno nel concorso, cosa che non è dovuta certamente alla struttura e alla partecipazione del concorso. Mi spiace sinceramente.

Se posso suggerire qualcosa per il futuro, direi "keep it simple" Simple. Simpler. Simplest. Proviamo a fare l'edizione PIU' SEMPLICE DI SEMPRE?
Meno regole di formattazione, meno regole di votazione, meno regole su temi e partecipazione.
Farei una cosa il più generica possibile, decidendo solo il numero di paragrafi minimo-massimo e un tema generico, una settimana per votare senza sovrapposizioni, voti palesi da 1 a 10, senza paracadute o numero minimo di voti o altri cavilli, con al massimo uno 0,5 e la possibilità di cambiare fino alla mezzanotte della domenica.
fine.
Si scrive, si vota e si commenta come ci pare, senza troppi comma.

Questa è un'edizione che gradirei molto vedere realizzata, e magari si riesce adattirare curiosi.

"Un velo nero ti impedisce di vedere altro. La tua vita termina qui: nel campo di battaglia, con la mitica Blood Sword tra le mani, felice per la sconfitta dei Veri Maghi." Adriano, Blood Sword PBM
http://www.caponatameccanica.com

Mornon
Saccente Supremo
Amministratore
useravatar
Offline
5353 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2017: cosa ha funzionato e cosa no

babacampione ha scritto:

in realtà ci abbiamo provato con l'art 22. Bisognava votate almeno un terzo dei corti per ritenere i voti validi

Appunto, un terzo era quattro corti su dodici. Immagino che in passato con la possibilità di votare un solo corto il problema fosse più marcato, ma lo si potrebbe ovviare dando più peso al voto della Triade rispetto al singolo votante (bonus esteso anche al pubblico qualora votasse tutti i corti in gara).

Zakimos
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1464 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2017: cosa ha funzionato e cosa no

Zakimos ha scritto:


Per il prossimo anno sarei andato addirittura oltre, togliendo tout court la possibilità agli autori di votare le altre opere (pur potendo esprimere un giudizio).
Il punto è che non si può fare perché la media dei votanti calerebbe drasticamente. Il che è un peccato, perché significa che questa edizione del concorso è stata molto autoreferenziale.

In effetti non sarebbe male come idea, ma giustamente tu stesso hai rilevato quanto sarebbe impraticabile, o meglio auto-castrante.

GGigassi
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1989 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Re: I Corti 2017: cosa ha funzionato e cosa no

Mornon ha scritto:

o mi scuso nuovamente con tutti per non aver trovato il tempo di leggere niente e votare nessuno. Di fatto, non ho messo nemmeno un piede quest'anno nel concorso, cosa che non è dovuta certamente alla struttura e alla partecipazione del concorso. Mi spiace sinceramente.

Se posso suggerire qualcosa per il futuro, direi "keep it simple" Simple. Simpler. Simplest. Proviamo a fare l'edizione PIU' SEMPLICE DI SEMPRE?
Meno regole di formattazione, meno regole di votazione, meno regole su temi e partecipazione.
Farei una cosa il più generica possibile, decidendo solo il numero di paragrafi minimo-massimo e un tema generico, una settimana per votare senza sovrapposizioni, voti palesi da 1 a 10, senza paracadute o numero minimo di voti o altri cavilli, con al massimo uno 0,5 e la possibilità di cambiare fino alla mezzanotte della domenica.
fine.
Si scrive, si vota e si commenta come ci pare, senza troppi comma.

Questa è un'edizione che gradirei molto vedere realizzata, e magari si riesce adattirare curiosi.

Sono assolutamente d'accordo sulla semplicità, ma non sulle regole per temi e partecipazione. Il rischio di trovarsi corti "riciclati" sarebbe troppo alto. Io anzi proporrei di rendere ancora più ferreo il giudizio sull'ammissibilità, premiando maggiormente l'aderenza ai temi.

Zakimos
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1464 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Split Split

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5062
Totale Sondaggi:
98
Totale Messaggi:
144857
Totale Messaggi Oggi:
5
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
6549
Ultimo Utente Registrato:
bafio0776