Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Meno di due mesi a Lucca Comics & Games 2019. Cosa ti piacerebbe trovare, in ambito librogame, nella più importante fiera italiana del settore?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.226.243.10

Occasioni perse

Occasioni perse

Salve a tutti, prendo spunto dalla bella discussione di Conigliomannaro per sottoporvi un quesito.
Vi è mai capitato di giocare un libro, apprezzarlo fino in fondo ma restare comunque con l'amaro in bocca? Magari la trama è bellissima, ma c'è una regola che rovina tutto e non ci si può fare nulla. Oppure, sempre con una bella trama, si ha a che fare con delle grosse incongruenze logiche che avrebbero potuto essere eliminate con un minimo di editing.
Insomma, questa discussione è dedicata a tutte le occasioni mancate.

Fighting Fantasy 13 - Freeway Fighter
Questo libro è l'unico a portarci in un ambientazione post-apocalittica in stile Mad Max. Il mio rammarico è lo scarso approfondimento delle regole create apposta per l'avventura. Ho come l'impressione che l'autore non abbia capito quanto potenziale avessero.

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 Il protagonista ha una semplice pistola e c'è una sola occasione di cambiarla con un'arma migliore.
Anche nel corpo a corpo, la scelta è tra mani nude o coltello e non ci sono altre armi da trovare.
L'autovettura poi, pur avendo uno spazio apposito per le modifiche, può ricevere un singolo miglioramento nel corso del viaggio, quando in realtà avrebbe potuto venire modificata in mille modi diversi.
Insomma, Ian Livingstone avrebbe potuto dare di più spendendo qualche altra ore su questi dettagli e sarebbe stata un'avventura molto più divertente.

Ultima modifica di: Rygar
Apr-24-10 05:29:48

"Se non volete sentir ragioni, sentirete il filo delle nostre spade!"

Rygar
Tetro Lettore / Grim Reader
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Occasioni perse

Annovererei tra le grosse occasioni mancate anche l'intera serie di Fire*Wolf: con un po' di impegno e qualche ragionamento in più sarebbe stata perfettamente giocabile, e se così fosse accaduto non se ne parlerebbe come di un mezzo fallimento.

kingfede
King of Gamebook's Land
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2453 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Occasioni perse

Le arti del nuovo Ordine Ramas di Lupo Solitario... buttate lì giusto per aggiungere qualcosa e praticamente inutili ( tranne forse quella degli Elementi)...

firebead_elvenhair
Ultimo Vero Eroe
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2630 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Occasioni perse

Mah... discutibile per alcuni questa tesi, ma forse  AD&D, che potendo sfruttare la bella ambientazione di Dragonlance è riuscito a tirar fuori solo una blanda sottospecie di avventura alternativa mal scritta e con personaggi senza caratterizzazione vera.

Sometimes the only way to stay sane is to go a little crazy.

Aloona
1° Direttrice della Gazzetta
Moderatore
useravatar
Offline
7578 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Occasioni perse

Il cinque di ninja l'ho trovato bello comunque, poteva diventare un capolavoro se la parte in cui c'erano le battaglie tra eserciti fosse stata un po' più curata: alla fine sia che ti alleassi con una città si che ti alleassi con l'altra non cambiava quasi nulla, tutto sommato lasciava poco spazio alla strategia...
Ora non ce l'ho più bene in mente nei dettagli ma mi ricordo che il quattro era divertente giocarlo e rigiocarlo più e più volte, nel cinque non ti cambiava quasi nulla a rifarlo.
...Se non che dovevi arrivare allo scontro con Honoric con più punti ferita che potevi perché quello scontro lì era tostissimo (io l'ho sempre fatto abbastanza in scioltezza perché ci arrivavo con tutti modificatori possibili, e mi tenevo l'energia interiore e la fortuna apposta, però se ci arrivavi "scarico" per esserti infilato sul phat sbagliato Honoric ti girava come un frittella).
Alla fine tra punizioni e false piste che ti facevano perdere energia senza darti una contropartita era un true phat nemmeno troppo nascosto.
Secondo me aggiungendo qualche ricompensa in più e sopratutto facendo più estesa e articolata la parte tattico-strategica sarebbe potuto essere un capolavoro.

ORCO NON LASCIARE CHE IL SOLE TRAMONTI SU DI TE DA QUESTE PARTI.
-Scritta in elfico incisa su un tronco d'albero in una foresta incantata

Conigliomannaro
Fan della serie Squilibrio.
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1150 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Occasioni perse

Più o meno tutti i FF di Robin Waterfield e Andrew Chapman a me sono piaciuti, ma c'è sempre un tiro di dadi improbabile e una serie di scelte da fare completamente al buio che alla fine mi lasciano un po' insoddisfatto. Idem per Crypt of the Sorcerer, che prima o poi vi tradurrò (ma aspetterò che cominci ad uscire nei LN qualche alternativa a Livingstone, altrimenti ce lo bruciamo tutto di fila): un libro che a me piace veramente, ma impossibile da finire onestamente il 99% delle volte (praticamente è un manuale d'esercizio sulle probabilità cumulative).

EDIT OT: no, evidentemente non lo tradurrò, visto che non abbiamo più nessuno che impagini i LibriNostri.


Samurai poteva essere una serie magnifica se avesse avuto degli avversari all'altezza delle regole di combattimento.

EGO
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1940 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Occasioni perse

kingfede ha scritto:

Annovererei tra le grosse occasioni mancate anche l'intera serie di Fire*Wolf: con un po' di impegno e qualche ragionamento in più sarebbe stata perfettamente giocabile, e se così fosse accaduto non se ne parlerebbe come di un mezzo fallimento.

Io quoto Kingfede: sia Fire*Wolf che ACDRA sono state pubblicate senza playtesting (dichiarazione dell'autore) e si vede. Davvero un peccato, perche' sarebbe bastato che qualcuno giocasse i libri un paio di volte per evidenziare notevoli problemi di giocabilita'.

Valens

Valens
Iniziato
ranks
useravatar
Offline
87 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Occasioni perse

Anch'io considero Fire*wolf una grande delusione, la difficoltà è veramente assurda e si perde ogni piacere nel giocare. Aggiungerei alla lista anche La terra di mezzo.. Avendo a disposizione i diritti per il vastissimo e straordinario mondo creato da Tolkien si poteva realizzare qualcosa di meglio di quei quattro titoli non proprio memorabili.

uraniborg
Illuminato
ranks
useravatar
Offline
347 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Occasioni perse

Concordo con EGO al 100% per quanto riguarda la delusione di Crypt of the Sorcerer: è un bellissimo libro, ma un game indecente.
Fin dall'introduzione, la trama ci cattura inesorabilmente: abbiamo una missione ben precisa, uno Yaztromo in piena forma, due comprimari davvero unici e tantissimi posti da visitare! Anche il True Path non è eccessivamente difficile da trovare.
Il problema, semmai, è percorrerlo tutto senza tirare le cuoia!

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 Subito al secondo bivio si incontrano le Harpoon Flies che rischiano di menomarci seriamente per il resto dell'avventura, il Golem di Argilla ha una possibilità su sei di ucciderci sul colpo a ogni turno di combattimento (quando sarebbe bastato venire disarmati), il Gargantis può essere sconfitto solo con la Rod of Paralysis (che un giocatore onesto non può sperare di trovare al primo colpo) e così via.
Se COTS fosse un videogioco, sarebbe di quelli che vengono finiti solo dai nerd più determinati o da chi usa valanghe di cheat codes.
Più che di una traduzione, avremmo bisogno di una errata corrige, magari ad opera dello stesso autore.

P.S. EGO, ma lo sai che anche io avevo pensato di tradurlo, dopo avere finito il progetto che ho in ballo. Mai dire mai, comunque: nemmeno Razaak sa cosa ci riserva il futuro editoriale dei LN!

"Se non volete sentir ragioni, sentirete il filo delle nostre spade!"

Rygar
Tetro Lettore / Grim Reader
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Occasioni perse

EGO ha scritto:

EDIT OT: no, evidentemente non lo tradurrò, visto che non abbiamo più nessuno che impagini i LibriNostri.

Ti sbagli, l'allarme Dirk è rientrato, tra qualche giorno comunicazioni ufficiali a  riguardo. Quindi chi ha in mente lavori di traduzione o scrittura proceda pure, i LibriNostri continueranno a essere impaginati, più sani e forti di prima.

Tornando in topic, La Città dei Ladri secondo me rappresenta una grossa occasione mancata. Alcune scelte poco sensate dentro e fuori dalla città, soprattutto quella indigeribile della combinazione che porta lla pozione giusta, abbassano il voto complessivo di un paio di punti. Peccato, perché l'ambientazione e la struttura mi piacciono moltissimo, e sono convinto che con un po' di cura in più questo libro sarebbe potuto diventare ottimo, e non solo più che sufficiente come si è rivelato.

Prodo
Direttore
Amministratore
useravatar
Offline
10293 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
4758
Totale Sondaggi:
97
Totale Messaggi:
139899
Totale Messaggi Oggi:
12
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
5406
Ultimo Utente Registrato:
Wassi