Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

  • salconte
  • monpracem
  • GGigassi
  • Panji Solitario
  • kenfalco

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Meno di due mesi a Lucca Comics & Games 2019. Cosa ti piacerebbe trovare, in ambito librogame, nella più importante fiera italiana del settore?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 34.204.173.45

Dettaglio Abstract

Serie Freeway Warrior
Recensore Prodo

Dopo il successo di Lone Wolf Joe Dever decise di realizzare un progetto che aveva in mente da tempo. Scrisse perciò una serie di gamebooks (che riunì in una collana intitolata Freeway Warrior, tradotta in Italia dalla casa editrice E. Elle nell'ambito dell'operazione Librogame con il nome di Guerrieri della Strada ) che avevano come protagonista un ragazzo scampato a un olocausto nucleare, Mark Phoenix, e la sua comunità. La storia inizia quando Phoenix incontra un gruppo di persone in viaggio verso la West Coast degli Stati Uniti, dove, hanno saputo, i superstiti del tremendo disastro si sono riuniti per cercare di ricostituire la vita civile. Naturalmente riuscire a raggiungere la California sarà tutt'altro che semplice.

I 4 libri che Dever ha dedicato alla serie raccontano appunto le peripezie di un gruppo di uomini disperati e della loro corsa verso una sorta di "Terra Promessa". Attraversare gli Stati Uniti completamente stravolti dalle esplosioni nucleari si rivelerà estremamente pericoloso: il paesaggio condizionato dalle radiazioni riserverà ogni tipo di sorpresa; bestie feroci, creature mutanti, zone contaminate e bande di predoni e disperati che tenteranno in ogni modo di fermare Phoenix e la sua gente.

La struttura di gioco è pressoché identica a quella che caratterizza Lone Wolf, con tanto di tabella del destino, foglio di viaggio comprensivo di zaino e oggetti speciali: interessante la novità della borraccia, necessaria per attraversare zone desertiche e contenente 4 razioni d'acqua da consumare ogni qual volta il testo ne darà indicazione, spesso congiuntamente con un pasto.

Sono presenti anche delle caratteristiche speciali, in un certo senso equiparabili ai poteri di cui era dotato Lone Wolf: non sono tuttavia annoverabili nel campo dei poteri soprannaturali. Si tratta infatti di normali qualità umane che la vita particolarmente dura del mondo post-atomico ha finito per rendere decisamente sviluppate, e che potranno servire a Mark per superare le situazioni più difficili: Driving, Shooting, Field Craft, Stealth e Perception. Queste si aggiungono a due attributi di base che Phoenix possiede automaticamente fin dal primo libro: Close Combat Skill ed Endurance.

La serie, che nella mente dell'autore doveva fin dall'inizio essere composta da 4 volumi, fu interamente pubblicata tra il 1988 e il 1989 dalla casa editrice Inglese Beaver Books. Al contrario della saga di Lone Wolf quella dei Freeway Warriors ha una conclusione: si esaurisce cioè nei 4 libri scritti da Dever, che non ha mai esternato l'intenzione di riprenderla in mano ed eventualmente ampliarla.

Interessante la presenza di una ragazza, Kate, che avrà spesso un ruolo fondamentale nelle vicende che vedono protagonista Mark Phoenix e che da un certo punto dell'avventura in poi diventerà dichiaratamente la sua partner. Troviamo pertanto personaggi femminili di primo piano ed elementi riconducibili ad un rapporto amoroso tra i due sessi del tutto assenti in Lone Wolf.