Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Libri "one shot", collane composte da più volumi, raccolte di racconti brevi. Quali sono le vostre opere interattive preferite?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.238.4.24

Dettaglio Abstract

Serie Scegli la tua Avventura Indiana Jones
Recensore Yaztromo

Mondadori, tra il 1986 e il 1988, ha pubblicato le traduzioni in Italiano di ben trentadue volumi di "Scegli la tua Avventura" (tra l'altro a prezzi concorrenziali con le pubblicazioni di librogame di EL).

Evidentemente, nel 1988 ha deciso di dare una svolta alla collana e, a partire dal volume 33, gli Scegli la Tua Avventura italiani riportano in copertina la dicitura "Seconda serie con Indiana Jones". Queste avventure con Indiana Jones sono una co-produzione Lucasfilm - Random House cominciata quattro anni prima con il nome originale di "Find Your Fate" e con la stessa identica meccanica di gioco degli "Scegli la tua Avventura" (mantenendo il prezzo contenuto). In pratica l'originale anglofono caratterizzava una serie differente che però, in Italia, sfruttando la struttura veramente simile, è stata convogliata nella già esistente SLTA, nel tentativo di aumentarne l'appeal e rilanciarne le vendite

La "Seconda serie con Indiana Jones" e' stata scritta da vari autori, praticamente tutti veterani della letteratura interattiva e Mondadori nel 1988 ne pubblichera' ben dieci volumi prima di terminare l'esperimento.

Oltre a questa imponente sequenza di pubblicazioni interattive (ben 42 volumi in tre anni, tra la prima serie di "Scegli la tua avventura" e la seconda!), bisogna anche menzionare una mini-raccolta di quattro volumi dedicati ai piu' piccoli, sempre pubblicata da Mondadori nel 1987, di "Scegli la tua avventura con Walt Disney", segno del vivo interesse di questa casa editrice per la letteratura interattiva.

Tale interesse, sopito per molti anni, e' comunque continuato in qualche modo fino ai giorni nostri con la pubblicazione, nel 2014, di "Ke amico 6?", di fatto sempre con la meccanica degli "Scegli la tua avventura" ma questa volta firmato da un autore Italiano.
Per curiosita' e completezza, mi sembra giusto citare anche i due volumi di "Scegli la tua avventura - Le avventure del giovane Indiana Jones" pubblicate pero' dai Fratelli Fabbri Editori nel 1992.

In questa "seconda vita" della serie "Scegli la tua avventura" italiana, il protagonista NON e' esattamente Indiana Jones, come si potrebbe pensare, ma si tratta di ragazzini più meno simili a quello che si riteneva fosse il target di riferimento dei volumi; tali adolescenti vivranno l'avventura al fianco di Indiana Jones, pressapoco in linea con i precedenti SLTA.
In questo modo Indiana Jones diventa una sorta di spalla dei giovani protagonisti e, a seconda delle scelte artistiche dei vari autori, non gli saranno risparmiati a volte siparietti tragicomici.

Si tratta di avventure che fanno riferimento a miti e leggende, seguendo dunque i canoni della serie dei film di Indiana Jones, e che si muovono con sicurezza in quel filone narrativo, facilmente adattabile alla meccanica a bivi degli "Scegli la tua avventura".

Non ci sono dunque particolari sorprese nei contenuti delle avventure ne' nel taglio (molto "anni trenta") che viene loro dato, ma la serie non tradisce mai il giovane lettore e da' tutto quello che ha promesso: una sequela di avventure mozzafiato nelle quali il nostro imberbe alter-ego si trova fianco a fianco con Indiana Jones e collabora per tutto il tempo con lui, spesso affascinato dai modi, dalla risolutezza e dalla fama dell'intrepido archeologo.

Ovviamente, essendo gli autori quasi sempre diversi, anche i volumi di questa "seconda serie" non sono tutti dello stesso valore (anche lo stesso autore, come spesso accade, non si mantiene sempre sullo stesso livello), pero' sono tutte avventure a loro modo ben fatte, ben confezionate, con una loro ben chiara fisionomia, con un ben definito target di lettori e senza particolari errori di concatenamento dei paragrafi. In due sole parole le definirei divertenti e "oneste".

Vale dunque la pena concedere loro l'attenzione che si meritano, pur non trattandosi di capolavori assoluti e memorabili. Sicuramente molti giovani lettori hanno imparato ad apprezzare la letteratura interattiva cominciando proprio con questi accattivanti ed economici volumetti.