Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

  • powerbob

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Librogame in versione variant o deluxe: cosa ne pensate?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.94.202.172

Recensione

Libri di Facile Lettura Erickson 4: Pilota dello Spazio
Edizione Erickson Editrice 1990
autore/i Michael E. Thomson
Recensore Yaztromo

Ho diversi amici con qualche grado di dislessia e tutti mi hanno prima o dopo confidato: "...se non fosse stato per tale o talaltro professore che a suo tempo ha saputo prendermi per il verso giusto, adesso chissà' dove sarei e cosa farei..."
L'autore di questa serie e' una persona che ha dedicato gran parte della sua vita ad aiutare i ragazzi dislessici a superare i loro blocchi. L'intera serie e' dedicata ai ragazzi più riluttanti alla lettura e da' fondo a tutta la lista dei trucchi: dalla costruzione della storia, alla costruzione delle frasi, al carattere tipografico, ai disegni.... tutto e' stato studiato per aiutare anche i ragazzi più riluttanti a trovare la loro via alla lettura.

La componente ludica e interattiva tipica dei libri-gioco poi ha fatto il resto, portando divertimento e variabili che in un libro canonico non sempre ci sono e quella capacità tipica dei librogame di riuscire a interessare e tenere incollato alla lettura anche chi con i libro canonico, per i più svariati motivi, non ha un buon rapporto. La collana nasce con questo intento e riesce a centrare l'obiettivo con classe e varietà di tematiche presentate e di ambientazioni proposte.

Pilota dello Spazio e' il quarto volume dei Libri di facile lettura Erickson e il primo della Trilogia dello Spazio, a tema fantascientifico, che e' venuta dopo la Trilogia del Cavaliere, a tema fantasy. Il protagonista e' un giovane apprendista pilota al suo ultimo esame prima di uscire dall'Accademia.

Dovremo eseguire una missione all'apparenza semplice (volare dalla Terra alla Luna e ritorno), ma che (ovviamente) si complicherà strada facendo. Dovremo prendere decisioni, tirare dadi, combattere, raccogliere e gestire oggetti e, alla fine, se tutto sara' andato bene, verremo nominati Comandanti di un Caccia della Flotta Spaziale!

L'avventura e' lineare, ma non banale e il ritmo dell'azione e' serrato, anche se i temi toccati sono quasi sempre molto canonici in linea con i grandi classici della fantascienza e le trovate degli autori di genere più famosi (non che si tratti di un male, intendiamoci).

In generale, si tratta di un interessante esperimento che e' stato pubblicato in Italia solo nel 1990 (un anno prima in Gran Bretagna) e forse, se fosse stato proposto qualche anno prima, si sarebbe ritagliato un posto di maggior prestigio nella storia dei librigame. Un esperimento comunque da provare per le tante qualità che racchiude e e che forse, all'epoca del suo lancio, sarebbe stato il caso di supportare maggiormente sotto vari punti di vista.

Longevità 6.5: 

Ovviamente a seconda del tipo di lettore questo parametro può variare in modo molto consistente, ma in generale questi esili librigame da circa un centinaio di sezioni o poco più sono fatti per essere leggiocati nel giro di alcuni minuti, più che nel giro di alcune ore.

Difficoltà 6.5: 

Pur mantenendosi su livelli abbordabili risulta più difficile di quanto ci si potrebbe aspettare, soprattutto se il lettore è alle prime armi con il genere.

Giocabilità 8: 

Tutto e' strutturato in modo da rendere la giocabilita' accessibile, ma non banale: è il punto forte del libro e l'equilibrio tra le esigenze di semplicità e lo sforzo di offrire comunque una sfida interessante è degno della massima considerazione, perché riuscire a mantenerlo era tutt'altro che banale.

Chicca: 

il Pilota Spaziale Pazzo, e non vi dico di più per lasciare a voi il gusto di scoprire da soli cosa sottointende questa frase apparentemente criptica...

Totale 7: 

Non ci troviamo certamente di fronte a un capolavoro, ma il libro ha diverse caratteristiche positive e per gli obiettivi di fondo è stato ben implementato. Molto rispetto!