Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Meno di due mesi a Lucca Comics & Games 2019. Cosa ti piacerebbe trovare, in ambito librogame, nella più importante fiera italiana del settore?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 18.205.109.82

Dettaglio Abstract

Serie Superpoteri
Recensore spadadelsole

Mai desiderato essere supereroi, indossare un costume e avere poteri straordinari per difendere la città e proteggere il mondo dai malvagi, oppure lottare contro organizzazioni segrete come la “Spectre”? Con la serie Superpoteri questo sogno si trasformerà in un’esperienza di vita! Nel frutto della premiata ditta Headline-Monroco & Co. il tema dei superpoteri, già visto nel quarto volume di Dimensione Avventura, riceve un approfondimento e un trattamento ad hoc. La storia risulta interessante: il primo episodio è una classica vicenda da supereroi, mentre il secondo strizza l’occhio a 007, in quanto appaiono servizi segreti, spie, agenti e un supercattivo anch'esso dotato di superpoteri, con una trama che prometteva sviluppi futuri molto interessanti, ma che purtroppo non vedremo mai.

Per cominciare a disposizione del lettore vi sono 17 superpoteri, divisi in tre gruppi: "maggiori", che consentono di cavarsela nella maggior parte dei casi, "d’attacco" e "di difesa" che, come suggerisce il nome, servono ad attaccare o a difendersi. L’eroe ne possiede uno per gruppo ed è il dado a stabilire quale potere della rosa sarà. Come in poche altre serie la creazione del personaggio risulta complessa e articolata. In primo luogo si devono determinare i punteggi d’attacco, difesa, vita e soprattutto ego e carisma. "Ego" indica l’opinione che il protagonista ha di sé: se va a zero, deluso dagli insuccessi il supereroe si ritira e l’avventura finisce. Viceversa, se è troppo alto il protagonista diventerà un megalomane, cacciandosi in situazioni pericolose, duelli inutili e arrivando, in almeno un caso, alla fine dell’avventura. "Carisma" indica invece l’opinione che il pubblico e la polizia hanno dell'eroe: se è basso, questi saranno negati aiuti o, addirittura, potrà essere considerato un nemico!

È inoltre necessario capire come ci si sia procurati i poteri (l'eroe è umano, mutante o alieno?) quale sia il proprio costume, quale motivazione spinga a fare l’eroe, quale sia la propria storia personale. Si può inoltre innalzare ulteriormente la complessità, giocando come cacciatore di taglie o come agente governativo. Tutto questo potrebbe sembrare eccessivamente lungo e complicato, ma non è poi così complesso e rende l’avventura realmente completa e interessante: se non si crea a fondo il personaggio, ci si diverti solo la metà. Il sistema di combattimento è analogo a quello della serie Samurai: si aggiunge un dado ai punteggi delle proprie caratteristiche, per cui avere punteggi alti è molto vantaggioso, mentre iniziare con punteggi bassi risulta molto dannoso. Un grande pregio è dato indubbiamente dall’alta longevità: terminata l’avventura si può infatti benissimo rigiocarla con un nuovo eroe dotato di nuovi poteri e ogni avventura risulta così diversa dalle precedenti. Inoltre, all’opposto di altre serie, giocato il primo volume, si è liberi di giocare il secondo con un nuovo personaggio!

Le difficoltà possono essere superate in diversi modi a seconda del potere che si possiede (a volte sono possibili anche sei scelte!) o magari senza usarne alcuno. Tutto ciò però costringe l’autore (e il lettore!) a pagare pegno, in quanto molti paragrafi vengono sacrificati per descrivere ciò che si può fare con le varie abilità, per cui l’avventura, pur avendone 420, risulta, nel primo libro più che nel secondo, ben più breve del previsto. Molto bella ed evocativa è la grafica da fumetto.

Il principale limite della serie è dato dall’eccessiva brevità: si avverte che la storia e il sistema di gioco avrebbero ancora molto da dire, e altri volumi sarebbero stati ben accetti. Inoltre Headline non si smentisce e continua a sfornare serie senza conclusione: il terzo volume dove si affronterebbe definitivamente il super cattivo non è mai stato realizzato. La serie è comunque avvincente, di facile lettura e, come ci si aspetterebbe dagli autori, molto ben scritta e dai grandi temi. La sua lettura è perciò consigliata a tutti. Del resto volete mettere la soddisfazione di realizzare il sogno d’esser uno, due, dieci super eroi?