Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

  • gpet74
  • GGigassi

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Nuove collane interattive composte da volumi snelli e non troppo lunghi. Secondo voi quale tematica, fantasy a parte, potrebbe funzionare per un tipo di pubblicazione simile?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 54.226.36.60

Recensione

Wrong Way Go Back 1: Wrong Way Go Back
Edizione Fighting Fantasy Project 2007
autore/i Ulysses Ai
Recensore Yaztromo

Questo librogame di ambientazione fantascientifica ha un taglio e un umorismo che ricordano tantissimo la Guida Galattica degli Autostoppisti di Douglas Adams. E' la storia di una ragazzo che cresce sul noiosissimo planetoide G15-275, imbrigliato dalle cure soffocanti del suo robogenitore svalvolato, che lo tratta sempre come se fosse un bamboccione.
Per sfuggire dal suo planetoide, s'imbarca clandestinamente su una nave da crociera spaziale e si confonde tra l'equipaggio, di fatto diventando uno di loro.
Dopo una notte di bagordi, si risveglia nella nave deserta e scopre che e' in rotta di collisione con una stella!
Il librogame ha le regole di base di Fighting Fantasy, ma c'e' un elemento aggiuntivo che riguarda Il tempo: prima di fondersi nella stella rimane a disposizione solamente un'ora, un minuto e un secondo di tempo per fuggire. Ogni paragrafo o combattimento incontrato faranno perdere alcuni secondi o minuti, fino all'inevitabile catastrofe.
In realta' non ci sono grandi combattimenti da affrontare, ma una serie di avventure che ci porteranno da folli discussioni col computer di bordo, a rapide esplorazioni della nave da crociera spaziale abbandonata, fino ad un incontro con i pirati spaziali. E' necessario trovare la soluzione senza perdere troppo tempo e farsi distrarre dalle situazioni che ci troveremo ad affrontare', fino al finale a sorpresa, che e' esilarante!
Lo spirito divertente che pervade l'opera nasconde parzialmente il fatto che e' piuttosto difficile da completare e serviranno almeno una decina di tentativi: per avere solamente 60 paragrafi sembra non finire mai!
Tenere sempre aggiornato il tempo e' un po' noioso e sicuramente il librogame rende molto meglio nella versione online, che gestisce in automatico il passare del tempo e altri dettagli.

Longevità 6: 

Ci vogliono diversi tentativi per risolvere questo librogame, ma poi, una volta terminato, non ha senso rigiocarlo, visto anche il basso numero di paragrafi.

Difficoltà 9: 

Piuttosto difficile, specialmente considerando i pochi paragrafi. Il "premio fedeltà'" che l'autore regala a chi vuole intestardirsi a trovare la soluzione e' rappresentato dal suo umorismo che conquista.

Giocabilità 9: 

Giocato on line, il gioco fila liscio come l'olio, giocato su carta bisogna probabilmente dimezzare il punteggio (sommare i secondi fino ad arrivare alla fatidica soglia di un'ora, un minuto e un secondo e' piuttosto noioso...)

Chicca: 

Il finale! Non aggiungo altro per non rovinare la sorpresa...

Totale 7: 

Uno splendido inizio della saga Wrong Way Go Back, che da vita a un'ambientazione e un approccio assolutamente innovativo per i librogame. Si adatta benissimo al media scelto (on line su Fighting Fantasy Project) e non si fa dimenticare facilmente!