Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Libri "one shot", collane composte da più volumi, raccolte di racconti brevi. Quali sono le vostre opere interattive preferite?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.238.4.24

Recensione

Scegli la tua Avventura 6: Il Mistero di Chimney Rock
Edizione Mondadori 1987
autore/i Edward Packard
Recensore Yaztromo

Il sesto volume della serie italiana Scegli la tua Avventura affronta il tema della casa stregata, che, considerando che viene inserito in un librogame dedicato soprattutto ai ragazzi, si preannuncia un tema piuttosto difficile da trattare. Per tale motivo ho cominciato a leggere questo lavoro con qualche pregiudizio, acuito dall'annuncio in copertina che ci sono ben 35 finali possibili e troppo spesso in questa serie ad alti numeri di epiloghi corrispondono scarsi intrecci e pessime storie, dove, per accrociare ogni singola linea narrativa, normalmente si salta di palo in frasca.
Fortunatamente mi sono ricreduto!

L'introduzione alla storia e' molto semplice: ci troviamo di fronte alla sfida di due nostri cugini californiani ad entrare in una tetra casa, all'apparenza abbandonata, che si dice sia stregata. Alzi la mano chi non ha vissuto contese del genere da ragazzino!

Gli ingredienti di questa storia sono rimarchevolmente pochi: tu (il protagonista, ovviamente), i tuoi due cugini, la casa, il laido girdiniere/custode, una vecchiaccia, una giovane cameriera, un poliziotto, una grossa gatta e svariati topini. Eppure con questi pochi elementi il tema della casa stregata e' reso veramente bene e con scene decisamente d'impatto per un ragazzino.

Buona soprattutto la coerenza interna del racconto che crea atmosfera senza saltare furiosamente da un elemento all'altro, cosa che accade puntualmente in troppi altri SLTA. In particolare, e' molto piacevole e interessante leggere sistematicamente tutti i paragrafi perche' ci sono un sacco di dettagli interessanti che, riuniti, compongono il grande puzzle di questa storia, rivelandoti la "verita'" un po' alla volta, come accade nelle migliori opere.

Un volume tra i più amati della serie che, anche dopo una rilettura compiuta in età adulta, riesci a mantenere una grossa fetta del suo fascino e a "tenere botta": di quanti altri capitoli della collana, soprattutto considerando quelli più famosi all'epoca, possiamo dire lo stesso?

Longevità 8: 

Forse e' il piu' longevo SLTA, in quanto leggere sistematicamente tutte le linee narrative e tutti i paragrafi da  qualcosa di piu' nella comprensione del retroscena. Infatti, con molta accortezza, non e' stato inserito in nessuna sezione uno "spiegone" che copra tutti gli aspetti del mistero, ma solo verita' parziali che devono essere ricostruite pazientamente dal lettore nel corso di diverse letture.

Difficoltà 7: 

I librogame di questa serie non sono mai particolarmente complicati, ma in questa occasione la difficolta' e' sicuramente al di sopra della media che contraddistingue gli altri capitoli della collana.

Giocabilità 7: 

La giocabilita' e' piuttosto buona, grazie anche ad una struttura ludica che si concentra sulla storia, e in questo caso su una storia che sicuramente funziona.

Chicca: 

Scoprire il fato del Signor Horace Bigley: il libro non si può dire davvero terminato prima di esserci riusciti.

Totale 7.5: 

Spesso per un lettore adulto e' difficile giudicare equamente un libro per ragazzi, ma bisogna dire che questo, con la sua coerenza e le sue atmosfere, si segnala decisamente come uno dei migliori della serie ed è in grado di intrigare qualunque lettore.