Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

  • Mornon
  • vetinari

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Libri "one shot", collane composte da più volumi, raccolte di racconti brevi. Quali sono le vostre opere interattive preferite?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.238.8.102

Recensione

Cagliostro 2: Il Falso Profeta
Edizione Librogame's Land 2016
autore/i Federico Bianchini
Recensore Yaztromo

Il falso profeta e' la seconda avventura della serie "Cagliostro", che vede come protagonista padre Alessandro Balsamo di Cagliostro, della Confraternita del Silenzio, ordine monastico dal basso profilo, dedito ad investigare e contrastare l'opera del Maligno.

La prima avventura di questa serie e' stata inizialmente diffusa come opera commerciale sotto forma di App per Android: poi purtroppo le vicissitudini dell'editore hanno convinto l'autore a proseguire la serie sotto forma di e-book liberamente scaricabili da parte degli utenti di LGL, anche se sicuramente avrebbe meritato gli scaffali delle librerie.

Federico Bianchini, e' probabilmente il piu' prolifico scrittore di librigame in Italiano degli ultimi dieci anni; tra le sue opere non possiamo non ricordare il completamento come fan fiction della saga di Misteri d'Oriente e il proseguimento di Alla Corte di Re Artu', ma anche omaggi cinematografici ai generi spaghetti western (Django), poliziottesco (Calibro 70), robot/manga (Hyperion), senza dimenticare l'uso della meccanica dei librogame per la didattica (Libro Trainer per la Sicurezza).

Federico Bianchini e' anche un appassionato di Occultismo ed Esoterismo (recentemente ha anche pubblicato il saggio "Misteri sul Pianeta Terra") e questi temi sono sempre affiorati in un modo o nell'altro in tutte le sue opere precedenti, da Misteri d'Oriente a Django, da Calibro 70 a Hyperion. Forse il ricorso a tali tematiche in taluni casi è stato addirittura eccessivo!

Per questo motivo non si puo' non vedere la serie "Cagliostro" come il punto di arrivo del percorso letterario compiuto finora. Questo appare evidente non solo nei temi scelti per questa saga, ma anche nella padronanza della tecnica e della costruzione delle avventure, oltre alla semplice eleganza del regolamento, che non prevede punteggi, ne' registri da aggiornare (al massimo, volendo, si possono prendere appunti) e al discreto ruolo della fortuna nella risoluzione dell'intreccio (si possono scegliere due numeri interi, oppure estrarli a caso dalla Tabella del Destino, e il seguito della storia dipendera' dal fatto che la loro somma sia pari, o dispari, o divisibile per tre, o quattro, o cinque, eccetera).

Il problema da risolvere in questa occasione e' la possessione diabolica che ha colpito una bambina ("indemoniata") che vive in Umbria da parte di un demone particolarmente resistente, che non la liberera' se non si riuscira' a scoprire il suo nome. La bambina e' stata presa in adozione poco dopo la nascita, per cui padre Alessandro andra' ad indagare sul conto della madre naturale (in un ospedale psichiatrico in Basilicata) e sui retroscena della sua nascita. Gli sviluppi dell'indagine spazieranno dalle sette sataniche alle tradizioni demonologiche islamiche, fino allo spostamento della bambina in un terzo luogo, nella speranza di riuscire nell'esorcismo e salvarla.

Il cuore dell'avventura consiste nella ricerca del nome del demone, basandosi con ragionevolezza e discernimento, sugli indizi che si riusciranno a scoprire, tenendo sempre a mente che i demoni sono esperti nel raggiro e nella menzogna.

La tecnica dell'Autore consiste nel fornire al lettore-investigatore molte informazioni ed elementi, tra i quali e' necessario distinguere quelli utili dalle molte false piste, facendo molta attenzione ai dettagli e alla logica. Il regolamento semplice e i paragrafi lunghi, ricchi di informazioni e descrizioni rendono questa avventura adatta e coinvolgente non solo per i molti appassionati storici di librogame, ma anche per chi si accosta per la prima volta a questo genere letterario.

Le atmosfere di questa avventura sono spesso cupe e talvolta decisamente horror, come ci si poteva aspettare dal tema "esorcista". Padre Alessandro si mantiene umile e concentrato sulla sua difficile missione, rifuggendo ogni aspetto epico ed eroico di altre opere dello stesso autore, consapevole della sua fragile natura umana e rimettendo ogni suo fiducia in Dio anche quando e' preso dal terrore piu' profondo.

Longevità 6: 

Una volta completata l'avventura (con successo), l'interesse a rileggerla e' piuttosto basso: alla fin fine questo e' normale per una storia di pura indagine: quando si arriva a conoscere la soluzione, si perde interesse a esplorare diramazioni eventualmente non approfondite precedentemente.

Difficoltà 7.5: 

Ci sono due o tre passaggi difficili che bisogna un po' capire, ma per il resto niente di insuperabile. Anche la fortuna puo' avere un ruolo di aiuto nella soluzione, ma il suo impiego non è assolutamente esagerato.

Giocabilità 9: 

Ottima tecnica di composizione e regolamento semplice e leggero, perfettamente adattato al tipo di avventura, garantiscono un'ottima giocabilita'.

Chicca: 

/

Totale 9: 

Il tema scelto puo' piacere o meno, e cosi' il fatto che si richieda di leggere con attenzione lunghi paragrafi descrittivi, ma non si puo' negare che questo modo elegante di costruire avventure a bivi si collochi, come valore assoluto, molto ma molto in alto nel panorama dei librogame.