Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

La pandemia sembra volgere finalmente al termina, come risponderà il mercato dei LG a questo progressivo ritorno alla normalità?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.214.224.207

Recensione

Dietro il Velo 1: Il Sogno di Exalia
Edizione Librogame's Land 2020
autore/i Frederic Bouix
Recensore spadadelsole

In questa avventura vestiremo i panni, una volta tanto, di un personaggio femminile (anche se questo cambio di genere negli ultimi anni sta diventando più frequente). Saremo infatti Exalia, una giovane ragazza bruna e snella, dai capelli corvini e gli occhi chiari, ventenne, orfana di madre dall’età di cinque. Ma non vivremo in un mondo normale, ma in uno fantascientifico, molti millenni dopo la nostra era.

Il sole, infatti, ha iniziato la propria agonia e la terra è piena di pericolose e misteriose creature mutanti. Così gli umani superstiti si sono rifugiati in avvenieristiche torri ultratecnologiche, ove possono vivere una vita sicura, anche se spartana. Ma noi siamo delle vere ragazze romantiche, per cui come possiamo non sognare l’amore? Ed effettivamente siamo innamorate del principe…... dei mutanti che abbiamo conosciuto nei nostri sogni e che ci parla telepaticamente.

Sappiamo di dover fuggire dalla torre per raggiungerlo ma non sarà facile. Dovremo, senza dare nell’occhio, recuperare la parola d’ordine e la chiave magnetica per aprire la porta… il tutto in una manciata di giorni e sfuggendo all’inquisitore. Il regolamento è ridotto all’osso, dato che avremo solo i punti marchio, oltre che gli oggetti e l’elenco codici. I punti marchio indicano quanto avremo dato nell’occhio: compiendo il nostro percorso, infatti, alcuni eventi si imprimeranno per bene nella nostra memoria cagionando i suddetti punti. Se supereremo un certo livello l’inquisitore psichico riuscirà a comprendere le nostre vere intenzioni e ci distruggerà mentalmente, facendoci concludere l’avventura, magari al penultimo paragrafo.

Per questo dovremo guardare ovunque, esplorare attentamente ma senza prendere rischi inutili ed esagerare con l'esplorazione. La storia si dipana bene , per cui avremo due o tre percorsi diversi per scappare dalla torre-prigione, magari con un’amica. Memorabile  è la possibilità di giocare con un personaggio femminile, ma l’appuntamento segreto con uno spasimante che ci regalerà la chiave magnetica sarà davvero indimenticabile e starà a noi decidere come gestire il rendez vous con questo ragazzo che non ci interessa affatto, ma ci può essere molto utile... Il consiglio è quello di giocare tutti i possibili svolgimenti.

Una perfetta fusione di realtà possibile, fantasia e fantascienza remota, con tanto di dubbi etici alla Blood Sword, dato che non sempre il comportamento della nostra romantica ragazza potrà essere considerato non solo corretto, ma anche eticamente valido.

In conclusione il libro, seppur breve, è moto divertente e i 50 paragrafi complessivi sfruttati in modo adeguato. L’unico limite è dato proprio dalla sua intrinseca brevità (anche se, è bene ricordarlo, l'opera era nata nell'ambito di un concorso per lg brevi di oltralpe). Qualche paragrafo in più e qualche maggiore rifinitura nel finale non avrebbe guastato. In ogni caso siamo in presenza di un ottimo capitolo iniziale della serie.

Longevità 7: 

Anche esplorandolo in ogni anfratto, considerando il numero di paragrafi, non potrà durare più di tanto. Ma comunque se lo prendiamo per ciò che è, un'opera interattiva volutamente breve, ci divertirà sufficientemente a lungo.

Difficoltà 7: 

Non alta, si può risolvere tutto già alla prima lettura se siete leggiocatori scafati. Mediamente però, anche per esplorare tutte le possibili evoluzioni, ne serviranno due o tre e non è improbabile che la prima run si concluda in modo abbastanza rovinoso.

Giocabilità 7.5: 

Ci sentiremo sempre nel vivo dell’azione e giocare come una ragazza è a mio avviso davvero divertente, nonché non così comune. La prosa dell'autore, molto valida anche grazie all'ottima traduzione, contribuirà ad aumentare la godibilità dell'avventura.

Chicca: 

/

Totale 7.5: 

Un valido volume che rappresenta anche un ottimo viatico alla collana. Se non vi aspettate un'opera lunga ci sono eccellenti possibilità che Exalia vi soddisfi.