Home Enciclopedia Illustratori
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

  • Prodo

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Grandi fiere ludiche e interattive nell'era covid: Modena a settembre, Lucca a novembre. Se si dovessero realmente tenere ci andrai?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.228.10.17

Recensione

Advanced Dungeons & Dragons 15: La Città Scomparsa
Edizione EL 1993
autore/i Allen Varney
Recensore gabrieleud

Re Theobold è un simpaticone amante della birra. Ha 40 anni, la barba rossa, e un regno. Però non ha una regina. E in questa storia, che inizia con una bella festa proprio in onore del sovrano, Theobold si ritrova anche senza città, trasportata chissà dove dagli effetti collaterali di un incantesimo proveniente da una dimensione sconosciuta.

Sparita la città, al suo posto rimane solo uno sbalordito Theobold... casualmente (o no?) abbracciato alla sua migliore amica Theona. A terra,  una magica moneta di rame, raccolta la quale Theobold scoprirà dove si trovano altre tre monete. Tali monete, una volta radunate, garantiranno a Theobold e Theona (una ex maga) la facoltà di visitare il reame dimensionale di Trann, e far riapparire la città.

Anche ne La Città Scomparsa le caratteristiche del nostro eroe sono 3: Combattività, Agilità, Percezione. Con una svolta epocale del regolamento della serie di D&D, solitamente rigido e vincolante, in questo caso siamo liberi di attribuire 23 punti come vogliamo fra le tre caratteristiche, fermo restando un minimo di 6 punti ognuna. Ciò si traduce in una estrema possibilità di caratterizzazione dell'eroe che vogliamo interpretare.

L'avventura è una grossa caccia al tesoro, che ricorda molto La Gabbia di Baal: il protagonista è chiamato a esplorare luoghi molto diversi tra loro per recuperare tre monete. A differenza di altri librogame con la medesima premessa, l'ordine in cui si visitano i luoghi può determinare una maggiore o minore difficoltà nell'affrontare le prove successive: in tal caso il lettore è ben stimolato a rigiocare l'avventura cercando un percorso più semplice o – perché no – più aggressivo.

Raccolte le tre monete, inaspettatamente la missione non è affatto conclusa. Bisogna affrontare i pericoli del reame di Trann, che ci sono del tutto estranei e sconosciuti.

In tutto questo peregrinare, l'apporto di Theona si rivelerà indispensabile. Theobold spesso si ritrova a fantasticare sull'averla come regina, commentando anche a voce alta "Che donna! Che donna!"
In fin dei conti, molte delle prove vengono superate proprio da Theona, che con destrezza e prontezza di spirito leva d'impiccio il suo re a ogni pié sospinto. Addirittura la sensazione è che sia Theona la vera protagonista della storia, con re Theobold che l'accompagna e prende le decisioni com'è abituato a fare, ma poi lascia che a gestire lo sporco lavoro sia la sua amata.

Ma lei ricambia l'affetto? Nonostante per tutto il tempo lei faccia la scontrosa, borbotti in continuazione a proposito delle abitudini cantiniere del sovrano, e lo chiami per cognome in ogni situazione, giunti all'epilogo... se i personaggi di una storia si chiamano Filippo e Filippa, secondo voi alla fine si sposano? Ecco. Si capiva da subito.

Bella la copertina di Caldwell, affermato illustratore del genere fantasy che ama ritrarre i soggetti femminili con tutto l'armamentario in mostra. Già arruolato dalla TSR ai tempi del D&D scatola rossa, ne ha illustrato diversi Atlanti e Moduli Campagna. Caldwell ha prestato il pennello anche ai numeri 5 e 16 della serie D&D, cogliendo con maestria un scena rappresentativa dei libri.

Le illustrazioni interne sono state affidate a Doug Chaffee, scelta sensata anche per la propensione di Doug nel ritrarre mondi alieni in salsa fantasy. Contrasta con i canoni di Caldwell riguardo all'interpretazione di Theona: nell'interior art ella viene ritratta come una allegra ragazza non più giovanissima, dai capelli ricci e dalle apparenze sobrie. Certamente donna "di sostanza", come può piacere al quarantenne Theobold. Per altri esempi dell'arte di Chaffee, rispolverate la vostra collezione di Magic: The Gathering.

La storia raccontata da Allen Varney è vivace. Nonostante l'assurda situazione iniziale che vuole una cittadina intera svanita nel nulla, gli snodi che si diramano sono credibili, originali e ben contestualizzati. Un vero piacere, poi, la descrizione della sparizione della città: prima se ne vanno gli odori, poi i suoni, poi le persone diventano fantasmi, e il tutto accade sotto i nostri occhi istante dopo istante, con le luci magiche che guizzano fra le nostre gambe.

Questo volume rappresenta un eccellente esemplare della collana in cui è inserito. I personaggi sono ben tratteggiati, dall'ubriacone impenitente che è Theobold, al buon gigante Granito, al perennemente annoiato Re delle Fiamme che vive all'interno del Sole (e sì, bisognerà andare lì dentro a chiedere il suo aiuto).

Purtroppo, in avventure autoconclusive di questo tipo si percepisce la necessità dell'autore di inserire in un solo volume tutti gli elementi che ha pensato per un librogame, creando un mosaico di frammenti che avrebbero più coerenza se spalmati su storie diverse. Ma non è un problema: la varietà di situazioni è ben intrecciata e contribuisce ad un'esperienza che si ricorda con grande piacere.

Longevità 7: 

Dopo un paio di giocate si trova la combinazione di oggetti più funzionale e ci si fa un'idea del possibile percorso migliore. Ma è interessante provare combinazioni diverse.

Difficoltà 6: 

Il libro è tarato su un personaggio con punteggi medi, raramente si muore per un tiro sbagliato.

Giocabilità 8: 

Protagonista molto eclettico. Lo volete forzuto e tonto, oppure scattante e tonto? Rassegnatevi, il cervello ce l'ha Theona. Voi preoccupatevi che rimanga in vita.

Chicca: 

La famiglia di sfingi, con mamma sfinge che racconta le fiabe alla sfingetta.

Totale 9: 

Un ottimo esempio per la serie AD&D, una lettura adulta e originale.