Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Lucca 2017: qual'è stata secondo voi la vera novità in ambito interattivo?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 54.162.250.227

dettaglio libro

titolo I Signori del Destino
volume 11
titolo originale Lords of Doom
serie Advanced Dungeons & Dragons
autore/i Douglas Niles
illustratore/i Diane Magnuson
traduttore/i Costanza Galbardi
paragrafi 218
genere Fantasy
protagonista/i Gilthanas di Qualinesti
trama Dopo aver difeso la città di Palanthus dall'attaco dei draghi malvagi, ora è Silvara ad aver bisogno di te. Le uova dei draghi buoni sono state trafugate, e la perfida Regina delle Tenebre le tiene nascoste nelle viscere di uno dei tre Signori del Destino, tre vulcani che sovrastano la città di Sanction. E' in questo luogo infernale che tu e Silvara dovrete addentrarvi...
note Il libro prende spunto da alcuni dei racconti che compogono la saga narrativa-fantasy Dragonlance
Edizioni
EL1992
media voto
5.9
Per questo libro é presente 1 recensione (leggi recensione)

commenti
Apologeta
6.5
2011-02-21 15:05:01
Icedlake
6
2012-12-15 21:52:01
Trama un po' banale e linearità tipica della serie. Vale comunque la pena farci una partita.
gabrieleud
5
2014-03-27 13:17:53
boh...
Non sono riuscito a farmi piacere l'incipit, che a quanto pare è tipico della serie AD&D, ovvero presentarci personaggi, situazioni, nemici ed eventi facendo riferimento a vecchie storie che si suppone note. Solo che noi non sappiamo niente di quello che l'autore sta dando per scontato! Quindi, "vecchi" personaggi appaiono nel gioco quali compagni di mille battaglie, e viene da pensare "ma chi azz'è questo?". Si rimane col costante dubbio di essersi persi qualcosa, di avere delle questioni aperte, dei conti in sospeso... E poi ho trovato un "finale" che non ho capito se è un instant fail, o il finale ufficiale del racconto. La storia finisce lì, senza rimandi, senza spiegazioni. Riassumo: boh...
Dario III
6
2015-08-08 16:54:10
Onesto, ma niente di imperdibile
Un librogame fin troppo classico, molto lineare, con un solo bivio davvero significativo. Lo stile ricorda un romanzo per ragazzi estivo ed è privo di circostanze memorabili.
aggiungi commento