Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Librogame in versione variant o deluxe: cosa ne pensate?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.229.142.175

LE METAMORFOSI - CONCORSO

Re: LE METAMORFOSI - CONCORSO

Ovviamente i voti politici non valgono, ma spero che Alo possa leggere e giocare i prossimi racconti, a cominciare dal quarto che sarà online da stanotte. Ma che spettacolo stai preparando? In che senso evento di apertura del fantafestival? Visto che non credo sia un film (il fantafestival ci sarà tra 2 mesi) che tipo di spettacolo è? Io è una vita che vado al FF (sono stato anche l'anno scorso sia alla prima di Survival of the Dead sia a quella di Giallo con Dario Argento in sala al cinema Aquila, quindi vicino casa tua, nonché alla rassegna della sala Trevi) e ci ho visto sempre e solo film. Che altri tipi di spettacoli stanno preparando?

Prodo
Direttore
Amministratore
useravatar
Offline
10480 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Quota selezione Incolla nome Rispondi Rispondi Quota Quota Split Split

Re: LE METAMORFOSI - CONCORSO

Anche le votazioni per il terzo racconto in gara sono concluse.
Ecco il verdetto della giuria popolare:

Prodo: 6
EGO: 2
Seven_Legion: 5
Fly: 5,5
Adisc: 5,5
Jegriva: 5
Apologeta: 5,5
Icedlake: 5,5
Lamello: 7
SkarnTasKai: 6,5
gpet74: 4

Totale votanti: 11
Media della giuria popolare: 5.227

Lucky
Amministratore
useravatar
Offline
868 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Quota selezione Incolla nome Rispondi Rispondi Quota Quota Split Split

Re: LE METAMORFOSI - CONCORSO

Per i voti della giuria dovete aspettare un pochino più del solito.
Chissà se il voto dei tre giudici potrà ribaltare quello espresso dall giuria popolare...

Ultima modifica di: Lucky
Apr-22-11 08:25:05

Lucky
Amministratore
useravatar
Offline
868 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Quota selezione Incolla nome Rispondi Rispondi Quota Quota Split Split

Re: LE METAMORFOSI - CONCORSO

Ribaltare mi sembra troppo, diciamo che potrà migliorare o peggiorare certe posizioni...

Prodo
Direttore
Amministratore
useravatar
Offline
10480 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Quota selezione Incolla nome Rispondi Rispondi Quota Quota Split Split

Re: LE METAMORFOSI - CONCORSO

Credevo che i giudici si fossero espressi prima della votazione pubblica.
Almeno nella prima edizione era questa la prassi...

Seven_Legion
100% SIMPY CERTIFIED
Moderatore
useravatar
Offline
4083 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Quota selezione Incolla nome Rispondi Rispondi Quota Quota Split Split

Re: LE METAMORFOSI - CONCORSO

Credo si siano espressi infatti, e che Luc si riferisse al fatto che quando i voti dei giudici verranno svelati potranno ribaltare eventualmente la media voto del corto smile.

Prodo
Direttore
Amministratore
useravatar
Offline
10480 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Quota selezione Incolla nome Rispondi Rispondi Quota Quota Split Split

Re: LE METAMORFOSI - CONCORSO

Ed eccoci con i voti della giuria:

GIUDIZIO DI BEN KENOBI:
Intricato... non solo da leggere, ma anche da giudicare ! Le Metamorfosi si presenta come un "giallo" in cui l'enigma da risolvere è ricostruire la vera storia del protagonista, vittima di un'amnesia e totalmente ignaro della propria identità. Se all'inizio gli NPC (passatemi questo termine: Non-Playable Characters, personaggi non giocabili, come i compagni d'avventura di un gioco di ruolo non impersonati dal giocatore) che vediamo ci sembrano dei perfetti sconosciuti, col proseguire della storia scopriamo che l'intreccio delle relazioni personali sia tra protagonista ed NPC che tra gli NPC stessi è quantomai complesso e difficile da sciogliere. L'aderenza al tema dell'immagine scelta è un po' tirata per i capelli: c'è sì una scena in cui il protagonista incappucciato va sui tetti a riflettere di notte, ma a parte questo non c'è alcun collegamento con la storia principale né fa parte del background del racconto.

Il sistema di gioco prevede un meccanismo attacco-difesa-danno per i combattimenti ed un inventario di 6 oggetti, ma il fulcro del gioco è scoprire il "true path" attraverso i paragrafi per incrementare il proprio punteggio di Memoria, che cresce di 1 ogni volta che un evento o un dialogo ci mostra nuovi dettagli sulla nostra storia personale. E' interessante veder riaffiorare i ricordi a poco alla volta: l'idea di fondo di sbloccare finali via via più "completi" e soddisfacenti a seconda del numero di "strati di verità" scoperti è molto intrigante, ed inoltre il dispositivo narrativo dell'amnesia del protagonista è un classico intramontabile.

Secondo me ci sono diversi problemi nel modo in cui l'autore ha gestito la situazione. Un primo difetto è la mancanza di interattività, soprattutto nella prima parte dell'avventura: non c'è alcuna struttura labirintica o particolarmente complessa da esplorare per scoprire il percorso giusto, né particolari combattimenti o gestione degli oggetti, quanto piuttosto una successione di bivi in cui la scelta giusta è abbastanza ovvia (se salti addosso ai soldati all'inizio del libro muori, quando cogli un'ombra a frugare nella tua roba devi intervenire immediatamente, quando Mirtesia è ubriaca devi riaccompagnarla invece di cacciarla via, etc...). Il sistema dei combattimenti non dà molta soddisfazione: nulla da obiettare su come è architettato, ma il combattimento finale, che sembrava divertente a prima vista per come è orchestraro, risulta in realtà piuttosto macchinoso e poco divertente da giocare. Altro problema è che il lettore non ha assolutamente alcun indizio per intuire da solo quale sia la chiave del "giallo": chi è l'assassino ? Perché ti trovavi in una cella senza memoria all'inizio del libro ? Tutte queste cose le vieni a scoprire semplicemente scorrendo i paragrafi e leggendo i vari "spiegoni" che vengono di volta in volta proposti, che a volte sono davvero molto lunghi, e non perché il tuo intuito o l'interpretazione di un indizio ti hanno permesso di imboccare la strada giusta. C'è da dire poi che lo stile narrativo è spesso incerto: non mi piace evidenziare troppo gli strafalcioni degli scrittori ma in questo racconto ce ne sono parecchi, e nessuna storia per quanto bene architettata riesce a convincere il lettore se non è raccontata bene.

Il giudizio sarebbe insufficiente se questi difetti non fossero bilanciati da un'ottima trama, l'unico elemento che mi ha veramente preso. Un intreccio che raramente si vede in un librogame, impressionante che sia stato sviscerato in maniera completa in un corto di soli 40 paragrafi; il lettore è a volte confuso mentre tenta di seguire tutti i passaggi e non è divertente sorbirsi gli spiegoni ma c'è lo sforzo lodevole da parte dell'autore di giustificare ogni singolo passaggio del racconto senza lasciare nulla al caso. Il pregio migliore è la gestione del finale: il giocatore può parlare con gli NPC rimasti nell'ordine che preferisce e prendere decisioni che, unitamente al punteggio di Memoria totalizzato, consentono di giungere ad una grande varietà di finali, che reputo tutti soddisfacenti anche se naturalmente più punti di Memoria si hanno più ci si sente appagati (non disprezzo il finale "Fuggitivo" di certo è meglio porsi un obiettivo ed uccidere colui che riteniamo "responsabile" !).

In sintesi: dò la sufficienza, per me i pregi della parte "intreccio" compensano le varie lacune della parte "game" e della parte "narrazione" ma non mi sento di spingermi oltre.


VOTO: 6



GIUDIZIO DI YANEZ
la prima cosa che mi ha colpito de "le metamorfosi" (indubbiamente un titolo impegnativo) è la scrittura fitta dei paragrafi che spesso soffrono di elefantiasi (alcuni paragrafi occupano un'intera pagina A4!), o quanto meno mancano di capoverso e di respiro, come se in questo modo essi si accorciassero magicamente. è tutto ammassato in un muro di parole e sarebbe il male minore...se il testo stesso non fosse cosparso di punteggiatura ballerina, refusi ed errori grammaticali.
sembra più una versione bozza che una versione definitiva, è evidente che lo scrittore non l'ha riletto oppure l'ha riletto ma solo superficialmente; ammetto che l'impaginazione e il modo in cui è scritto non mi ha ben disposto...alcuni passaggi si salvano ma sono gocce in un mare di 40 paragrafi per altro parecchio contorti in alcuni punti.

se paragonato ai precedenti racconti il regolamento è piuttosto ostico con un tutorial finisce per renderlo più oscuro, obbligandoci ad una rilettura più attenta; perfino l'uso dell'inventario risulta approssimativo con la scelta e l'utilizzo minimale degli oggetti e delle armi, quest'ultime rese praticmante inutili a causa di quella bonus che si può trovare successivamente.
denaro? talleri? perché tirarli a random se non servono? diamo una quota fissa iniziale e facciamo trovare quelli che servono durante la strada...

un peccato, davvero un peccato tutta questa approssimazione in un corto che ha un'ottima storia...peccato sia ostico leggerla!
per renderlo migliore servirebbe una rilettura ed una sfoltita ai paragrafi, sistemare il regolamento e bilanciare l'uso dell'inventario ma... dobbiamo giudicare quello che abbiamo in mano, non quello che poteva essere.
questa volta l'immagine non è solo ben evidente nel racconto, ma vi è stata creata una vera e propria didascalia ad inizio del paragrafo 40.

alcune trovate sono interessanti (inclusa quella che permette di aggirare il limite dei quaranta paragrafi) come la trama complessa "tinta di giallo" e i punti memoria...tutto manca però alla fine e nel complesso...di compiutezza.

spero in una futura revisione e sfoltimento per avere un librogame con molti più paragrafi in modo che sia possa avere una lettura più agevole. la trama merita e può essere utleriormente ampliata, ma è una fatica leggerlo così; speriamo in una sua "metamorfosi"!

non aggiungo le correzioni o gli errori trovati per l'eventuale fase di stampa in quanto lo faranno o lo hanno fatto già gli utenti più attenti in sede popolare.

ahimé non mi sento di dare più di 5.


VOTO: 5


GIUDIZIO DI LUCKY
Le metamorfosi è un racconto che mi ha molto combattuto.
Il regolamento minimale comprende i classici valori di attacco difesa e resistenza uniti ad un inventario che prevede uno zaino per gli oggetti, una cintura per un'unica arma ed una borsa per il denaro. Un tocco di personalizzazione è dato dall'attributo Memoria, caratteristica intorno alla quale ruota tutta l'avventura.
L'attribuzione dei punti aggiuntivi alle caratteristiche iniziali avrebbe dovuto aumentarne la longevità ma leggendo le regole di combattimento ho preferito subito aggiungerli tutti all'attacco senza mai pentirmene.
Una nota sulle regole di combattimento spiegate con tanto di esempi passo passo ed eccessivamente complesse anche quelle per il combattimento finale con il mago.
Lo stile narrativo alterna buone e coinvolgenti descrizioni ed altre troppo lunghe e contorte che si perdono in prolissi ragionamenti, ad ogni modo la lettura nel complesso non mi è dispiaciuta tanto da non risentirne anche dopo alcune riletture.

Già dalla prima lettura ho notato però come il racconto pecchi di alcuni errori di battitura, un errore di rimando e di coerenza narrativa, insomma necessitava di un po' più di attenzione in fase di betatest.
Nelle varie partite giocate mi è capitato ad esempio di arrivare ad un solo punto dall'eliminazione di Mirtèsia nel nostro combattimento al buio, evento non gestito nel testo ma che è pero' possibile.
L'uso dell'inventario è stato quasi del tutto trascurato. Tutte le armi che troveremo saranno inutili in quanto sempre meno potenti della spada +3 che ci viene fatta trovare nel nostra camera quasi a inizio racconto. I soldi serviranno solo in un'unica occasione per godere del finale completo.

Sono invece colpito molto positivamente dell'ambientazione e dalla trama che mi ha spinto a rileggere diverse volte il racconto per riuscire a completare il gioco di controspionaggio in tutte le sue parti. Un sapiente mix di colpi di scena e di situazioni impreviste che mi ha divertito e soddisfatto anche nei multifinali che completano il racconto.
L'ambientazione inoltre si sposa perfettamente con l'immagine tema prescelta che viene valorizzata oltre che dalla descrizione del paragrafo finale anche dalla continuo bisogno del protagonista di rifugiarsi sul tetto e godere del fresco della notte.

In conclusione un 7 abbondante per la storia ed un 4 per la realizzazione incerta.

VOTO : 5.5


Risultato finale: 5.431

Lucky
Amministratore
useravatar
Offline
868 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Quota selezione Incolla nome Rispondi Rispondi Quota Quota Split Split

Re: LE METAMORFOSI - CONCORSO

il ribaltone non c'e' stato ne' in positivo ne' in negativo. Il voto s'e' aggiustato di qualche decimo avvicinandosi ad un onorevole 5 e 1/2.
Diro' la verita', piu' sopra facevo un po' il sarcastico perche' reputavo improbabile un capovolgimento dei giudizi all'ultimo secondo dopo che decine di persone hanno ribadito i pregi e difetti del lavoro in questione in modo pressoche' uniforme...

Seven_Legion
100% SIMPY CERTIFIED
Moderatore
useravatar
Offline
4083 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Quota selezione Incolla nome Rispondi Rispondi Quota Quota Split Split

Re: LE METAMORFOSI - CONCORSO

Continua la tendenza per cui i giudici aumentano il voto di noi giuria popolare... Siamo troppo cattivi! smile

Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate.

I miei racconti

Apologeta
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1724 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Quota selezione Incolla nome Rispondi Rispondi Quota Quota Split Split

Re: LE METAMORFOSI - CONCORSO

Non credo gliene freghi a molti, ma voglio svelarvi i piccoli retroscena di questo racconto penultimarrivato.
Ho scritto il racconto con un certo anticipo, abbastanza velocemente. Stavo ancora con la mia fidanzata. Poi l'ho messo a riposare, con l'idea di tornarci un po' di tempo dopo e di risistemare il tutto. Ho buttato giù una storia, un regolamento e ho messo insieme le cose così come venivano: tanto avevo tempo per risistemarle.
Poi è successo il finimondo. La mia fidanzata mi ha buttato fuori di casa e non ho fatto altro che traslocare da un posto a un altro (e vi assicuro che fare tre traslochi in un mese non è il massimo...). La mia situazione psico-emotiva è stata fortemente turbata da questa storia finita e da tutti i casini che le sono succeduti: amicizie che si sono messe in mezzo e si sono rovinate, altre situazioni legate a quella, l'odio della mia ex, etc (e vi assicuro che le cose cominciano adesso a sistemarsi un po'). Chi ha seguito sul forum le mie vicende ha avuto un assaggio delle mie piccole tragedie.
Il tempo stringeva e il concorso si avvicinava inesorabilmente. Io non avevo avuto né tempo né energie per riguardarlo. Preso dalla disperazione ho mandato il racconto a 4 amici a firenze, chiedendo loro di fare i betatester, vista la mia situazione. Loro se la sono presa comoda e, vicino ormai il tempo di consegna, mi hanno finalmente dato le loro risposte: una più inconcludente dell'altra: chi ha letto il racconto senza fare i combattimenti, chi mi ha saputo solo dire delle cose sui punti iniziali, chi qualche errore di grammatica, chi niente. Insomma, dei pessimi betatester (ottimi amici però, per fortuna). Lì per lì mi sono fidato di loro, pareva che le cose potessero andare. Io mi ricordavo poco di quello che avevo scritto e, causa mancanza di tempo, ho corretto solo le cose che mi avevano detto loro, senza rileggere il tutto (ahi ahi ahi ahi!).
Così ho consegnato il mio racconto (ricordo che dissi a Lucky che riuscivo a consegnarlo proprio perché l'avevo già scritto tempo addietro, sennò non ce l'avrei fatta). Quando è partito il concorso ed è arrivato il turno del mio racconto, scaricandolo e rileggendolo mi sono messo le mani nei capelli. Ma ormai era fatta.
Dice un vecchio detto: il sonno della ragione genera mostri. Io l'ho sempre interpretata che si deve sempre usare il preservativo, invece ci si deve anche ricordare dei figli partoriti dalla nostra mente.
Questo è quanto. Non sono scuse, né giustificazioni: è solo come sono andate le cose.
Mi spiace di aver presentato un lavoro così. Ringrazio tutti quelli che si sono sforzati di leggerlo, giocarlo e soprattutto di commentarlo.
Per il resto complimenti a tutti gli altri.
Non credo che qualcuno di voi abbia domande da farmi. Se ci fossero sono ben disposto a rispondere

Il numero di pecorelle scannate dai pastori è di gran lunga superiore al numero di pecorelle mangiate dai lupi. Per cui, se qualcuno si proponesse di essere il vostro pastore per salvarvi dai lupi, pensateci bene

Lamello
Proprio
Grande Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
774 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Quota selezione Incolla nome Rispondi Rispondi Quota Quota Split Split

Rispondi

Scrivi un messaggio e invia
Dimensione  [+] [-]
 Caratteri
captcha
Opzioni

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
4898
Totale Sondaggi:
98
Totale Messaggi:
141779
Totale Messaggi Oggi:
6
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
5756
Ultimo Utente Registrato:
silviaspy