Home Forum General Librogame e dintorni Librogame di Asterix
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Grandi fiere ludiche e interattive nell'era covid: Modena a settembre, Lucca a novembre. Se si dovessero realmente tenere ci andrai?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 3.226.245.48

Librogame di Asterix

Librogame di Asterix

Ho iniziato oggi a leggere i librogame di Asterix (recuperati su ibei).

Già nelle prime pagine sono rimasto un po'  neutral
Il protagonista (tu!) si chiama Menabotte, ed è nativo di Lutezia. Peccato che tutti gli altri galli che incontreremo abbiano il nome che termini in -ix e il protagonista invece no. Sa un po' di figlio adottivo.

Regolamento: le prove da superare sono indicate con un grado di difficoltà (p.es. Difficoltà 4). Bisogna tirare il numero indicato di dadi e sottrarre il valore dal nostro totale di abilità. Se ci rimane almeno un punto, la prova è superata. Dal paragrafo successivo abbiamo di nuovo ripristinato il nostro valore di abilità.
neutral  neutral  neutral

Ma non bastava dire "tira 4 dadi, se il totale è inferiore la prova è superata." ?

Chi altri ne ha letto uno?

To serve and correct

Mancolista/Doppiolista

gabrieleud
Lo scopavirgole
Principe del Sole
ranks
useravatar
Offline
6336 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Librogame di Asterix

Mai saputo neanche che esistessero. Ma sino a fumetti?

ilsaggio79
Principe del Sole
ranks
useravatar
Offline
5867 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Librogame di Asterix

ilsaggio79 ha scritto:

Ma sono a fumetti?

No. Hanno lo stesso formato dei fumetti (dimensioni e copertina rigida), ma il racconto è testuale. Ogni tanto c'è qualche vignetta, che ha la stessa funzione delle immagini infra-paragrafo dei librogame EL. La scheda del personaggio è molto bella, e c'è anche la Tavola della Sorte in numeri romani.

To serve and correct

Mancolista/Doppiolista

gabrieleud
Lo scopavirgole
Principe del Sole
ranks
useravatar
Offline
6336 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: Librogame di Asterix

gabrieleud ha scritto:

Chi altri ne ha letto uno?

Io, da asterixiano convinto e militante, all'epoca della loro uscita li avevo letti tutti ma, giacché come di consueto avevo limitazioni finanziarie, me li ero fatti prestare da un amico, e sono quindi tra i pochi LG che tuttora non possiedo di mio.

Non mi erano dispiaciuti, anche se già allora mi erano apparsi abbastanza chiaramente come il tentativo di coniugare un marchio che funziona - Astérix & compagni - con quella che era la passione del momento per bambini e adolescenti: la letteratura a bivi, meglio se condita da un regolamento. In sostanza, abbastanza divertenti pur se non originalissimi.

Dal punto di vista ludico è apprezzabile anche la scelta del protagonista: Menabotte era il comprimario dei guerrieri gallici nell'avventura "Astérix e i normanni". Debosciato nipote cittadino del capo Abraracourcix, era inteso come la presa in giro dei "capelloni" beat (l'anno di uscita dell'albo originale era il 1966), modaioli e smidollati, chiaramente contrapposti ai rustici ma concreti abitanti del villaggio gallico che resiste ora e sempre all'invasore. Del resto, sarebbe stato complesso realizzare un librogame in cui si incarnavano protagonisti dalla forza sovrumana come Obélix, o dall'intelligenza fuori dal comune come lo stesso Astérix, che peraltro può ricorrere alla pozione magica.

gabrieleud ha scritto:

Il protagonista (tu!) si chiama Menabotte, ed è nativo di Lutezia. Peccato che tutti gli altri galli che incontreremo abbiano il nome che termini in -ix e il protagonista invece no. Sa un po' di figlio adottivo.

Il nome di "Menabotte", naturalmente, è la consueta invenzione della traduzione italiana che in questo caso prende una topica non da poco: come ha fatto notare Gabrielelud, si è scelto di battezzare un gallico con un nome senza la tradizionale desinenza in "ix" che, soprattutto in originale, dà luogo a interminabili giochi di parole. Chiaramente in francese il personaggio è in linea con gli altri, chiamandosi "Goudurix" ("goût du risque", gusto del rischio), errore ancor più grave se si considera che buona parte dei calembours presenti nell'albo si basano proprio sui nomi (i normanni si chiamano "Grandibaf", "Cinematograf" e così via...).

Heimdall di Bifrost
Langravio di Analand
Moderatore
useravatar
Offline
749 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5061
Totale Sondaggi:
98
Totale Messaggi:
144840
Totale Messaggi Oggi:
2
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
6537
Ultimo Utente Registrato:
Ombraverde