Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2016 I Corti di LGL 2016 - 8° - Avventura nella Foresta
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Quale titolo di autore Italiano, tra quelli usciti a Lucca 2019, ti è piaciuto di più?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 18.207.255.49

I Corti di LGL 2016 - 8° - Avventura nella Foresta

Re: I Corti di LGL 2016 - 8° - Avventura nella Foresta

Che dire, penso che tutto ciò che ci sia da dire sia già stato detto battendomi di poco sul tempo: non me ne voglia l'autore "misterioso" ma questo corto fa acqua da tutte le parti e sempre secondo me andrebbe rivisto completamente.
Fa acqua sul regolamento, perchè il multiplayer è mal sfruttato.
Fa acqua sul testo, perchè la storia è piena di refusi addirittura nella scheda regolamento!!!
Fa acqua nella trama perchè è la stessa cosa di sempre, perchè è mal presentata, piena di ingenuità e simili.

Insomma gli errori sono tanti, a cominciare dal testo mal impaginato e dalla storia che ha refusi dappertutto.
L'incipit è un mero pretesto, il regolamento è pesante eassolutamente mal sfruttato.
Mi spiace, ma avendo dato ad altri corti meglio fatti'insufficenza  non posso che assegargli un 5.
Che dire, giocare in tre mi è piaciuto, addentrarmi nella fpresta assieme agli amici è  stato divertente, lo stile narrativo è buono e scorrevole, ma tutto ciò non basta per assicurargli la sufficienza.
Mi dispiace

bigsmile  cool  cool2  lol  hmm  rolleyes  mad  tongue  wink  yikes  yikes2  bigsmile2  sad  sad2  neutral  smile  smile2  angry  applauso  teach

FinalFabbiX
Signore del Totoautori 2016
Grande Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
768 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 8° - Avventura nella Foresta

GGigassi ha scritto:

Rygar ha scritto:

Caro autore, non esiste il lemma "incuranza": puoi dire "incuria" (mancanza di cura) o "noncuranza" (indifferenza), ma non inventare una parola nuova.

Per evitare figuracce in uno dei miei commenti di ieri, prima di postarlo ho controllato sul Garzanti e "incuranza" esiste: solo che il suo significato è associato a quello di noncuranza e quindi è fuori contesto in quella situazione.

Accidenti, hai ragione! Ho imparato una cosa nuova.

"Se non volete sentir ragioni, sentirete il filo delle nostre spade!"

Rygar
Tetro Lettore / Grim Reader
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 8° - Avventura nella Foresta

Vorrei spremere mezza arancia a favore dell'autore (o autrice). Il testo da lui (o lei) consegnato conteneva i link nei rimandi.
C'era solo il trascurabile problema che non funzionavano! Per evitare confusione, ho perciò disattivato tutti i link nella fase di conversione in pdf.

A un certo punto esce fori un vecchio che fà dice: “Presto chiamate un’ambulanza”, dico “Ma che chiami? Non lo vedi che questi c’hanno si e no trenta secondi de vita?”. Aò so passati venti secondi, so’ spirati proprio così, all’unisono… Mortacci l£%0%0%0%0%0

¿„ãßꪧ¬
Arkham Lêgãcy ¬
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
619 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 8° - Avventura nella Foresta

Ok buono a sapersi, grazie.

"Lo sai come dev'esse lo sguardo del carabiniere? Pronto, acuto e profondo".

Adriano
Amministratore
useravatar
Offline
4782 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 8° - Avventura nella Foresta

Ho letto e giocato ad "Avventura nella foresta" e, purtroppo, non mi è piaciuto. Spero che il suo autore non ce l'abbia con me.

Inizierò con i pregi:

Ritroviamo il sistema dei punti da distribuire, già visto la settimana scorsa: mi piace molto ed elimina il sistema di creazione lasciato al buon volere del dado che può creare PG incoerenti con il loro background.

I paragrafi nascosti che si possono "sbloccare" con la risoluzione d' enigmi: non siamo al livello di "La Nebbia" o "True Path" ed è meglio, così si risparmia sull'aspirina (il mio farmacista non ha voluto farmi provare la sua nuova macchina...)

Ho apprezzato l'umorismo del prologo: l'Arconte-Ministro (Duca Conte?) non sa farsi rispettare e elimina questo cliché D&D nel quale i PG sono sempre reclutati dal mago, monaco o nobile locale autoritario e molto solenne.

Adesso, parlerò delle cose che non mi sono piaciute:

Regolamento
    Va bene la creazione dei PG, ma purtroppo questi qua sono senza storia, senza nome, senza anima... non sono altro che valori numerici scritti sulla carta. E questo è un colpo duro al Corto perché lo fa quasi diventare un videogioco che non ha la "carica emotiva" che dovrebbe avere un LG: non è possibile avere informazioni sui PG (sono umani? Cosa pensano del Re e della Ribellione? Sono guerrieri? Ex-ladroni? Chierici che potrebbero farsi accettare dai monaci?). In quasi tutti i LG, o anche Corti, c'è la descrizione (anche succinta) del PG. Non dico di scrivere tutto su tutto, ma almeno di dare delle linee principali. Per esempio, mettere 5 o 6 personaggi (anche se descritti in tre righe) a scelta per fare varie squadre.
    Combattimenti: quando i giaguari verdi (in questo caso, il titolo "Avventura nella Giungla" sarebbe stato più adatto) hanno attaccato, ho avuto l'impressione di tornare indietro nel tempo e di ritrovarmi attorno ad un tavolo di ADD. L'anno scorso, sono stato criticato (a ragione) per il sistema di combattimento di "Trappola nella Nebbia": fase d'iniziativa, colpo riuscito o mancato, danni ecc.. Qui abbiamo un sistema meno pesante, ma lontano di essere fluido. Penso che fare un valore cumulativo per i gruppi di nemici (Combattimento, Resistenza) contro i valori uniti dei 3 PG (un po' alla Lupo Solitario) sarebbe stato meglio perché più rapido: i combattimenti multipli così sono lunghi e, scusami amico autore, fanno perdere interesse al Corto. Capisco il fatto di mettere assalto, difesa, affondo per il realismo ma rende tutto più complicato.
    La divisione del gruppo: ho avuto la sensazione di giocare ad un RPG giapponese, inviando tale o tale avventuriero in varie zone. A me, non piace: va bene per una sessione di GdR, un videogioco ma lo trovo pesante per un LG. Ho già letto che Blood Sword è fatto così e capisco il tuo intento, ma secondo me, non fa veramente per un Corto.

L'avventura
    Torniamo alle fonti: un gruppo di avventurieri sono reclutati per trovare l'oggetto magico. Niente di negativo in sé, anzi. Ma tra i combattimenti a ripetizione, le strade che fanno fare sempre lo stesso giro e gli incontri che vanno spesso a male (con tanto di maledizioni) non da tanta voglia di continuare. Bene i paragrafi nascosti (lo ripeto), ma non ho trovato tanta interattività in questo Corto ed è facile trovarsi intrappolato in un loop che ci porta a perderci e morire. Non ho capito perché dobbiamo fare delle sottrazioni per andare in un luogo o un altro (passaggio sud est cordinata per esempio). Perché non scrivere: se vuoi seguire il passaggio sud est, vai al xxx? E perché gli oggetti sono descritti in paragrafi diversi? I link non mi funzionano, ma questo problema è sicuramente indipendente della volontà dell'autore.
Conclusione

Beh, questo Corto presenta vari difetti (non è che i miei siano perfetti, eh!) ma è un peccato perché mi sembra che il suo autore abbia voluto regalarci un'avventura fantasy "old style" che fa sempre piacere (come vedere un buon vecchio film o tornare nei luoghi dove siamo cresciuti). Ho capito l'intento, ma secondo me questo Corto non ha fatto centro.

Amico autore, non avercela con me, non c'è niente di personale (e poi, non so neanche chi tu sia) ma per me è un 5

"We will survive, fighting for our lives, the winds of fortune always lead us on,forever free, for the world to see,the fearless masters, Masters of the sea"

Pirata delle Alpi
Erede di Misson
Grande Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
844 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 8° - Avventura nella Foresta

Hieronymus ha scritto:

Un grande peccato, lo ripeto. Sembra quasi un corto a cui l'autore ha smesso di dare amore a metà strada.

Eh, effettivamente anch'io ho avuto l'impressione che l'autore abbia consegnato più una bozza che non la versione definitiva del corto. Mah, immagino che sarà l'autore stesso che alla fine del corto ci darà una spiegazione del perchè il corto non sia stato rifinito.

bigsmile  cool  cool2  lol  hmm  rolleyes  mad  tongue  wink  yikes  yikes2  bigsmile2  sad  sad2  neutral  smile  smile2  angry  applauso  teach

FinalFabbiX
Signore del Totoautori 2016
Grande Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
768 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 8° - Avventura nella Foresta

Pirata delle Alpi ha scritto:

Non ho capito perché dobbiamo fare delle sottrazioni per andare in un luogo o un altro (passaggio sud est cordinata per esempio). Perché non scrivere: se vuoi seguire il passaggio sud est, vai al xxx?

Questo perché alcune delle tracce possono essere seguite di giorno o di notte, sottraendo numeri diversi e ottenendo quindi incontri differenti.
È forse uno dei tocchi più originali nel comparto ludico.

"Se non volete sentir ragioni, sentirete il filo delle nostre spade!"

Rygar
Tetro Lettore / Grim Reader
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1974 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 8° - Avventura nella Foresta

Alla fine il Corto non si è rivelato all’altezza delle mie aspettative, dovute alle premesse interessanti. Il titolo (neutro, banale, scontato, scolastico) assume quasi i contorni di un’anticipazione della mia parziale delusione.

PREGI

Il soggetto di partenza è buono e originale pur rimanendo in un ambito di classicissimo fantasy. Molto simpatico ad esempio il fatto che i personaggi vengano scelti per il loro anonimato e non per le loro gesta come avviene di solito.

La struttura del Corto è ben progettata, forse anche troppo visto che il Ciondolo[7] se non lo si trova da una parte compare magicamente da un’altra, come ci si accorge rigiocando il Corto.

Alcuni incontri sono proprio belli e ben caratterizzati, penso ai monaci gozzoviglianti e al mostro che compare fuori dalla locanda. Anche certe situazioni come le formiche succhianima sono originali e interessanti.

Il

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 voltafaccia finale
mi è piaciuto (è a quello che si riferiva la profezia della fattucchiera, immagino), mi ha un po’ ricordato l’Agone degli Erranti, il primo Corto di quest’anno.

Il finale beffardo è proprio bello!

DIFETTI

Abbiamo già sviscerato abbondantemente il problema dei refusi, delle parole improprie e delle espressioni infelici, quindi accolgo l’invito fatto prima e non mi ci soffermo oltre. Però sono veramente tante e ribadisco che al paragrafo 51 secondo me dopo la prima frase qualcosa è rimasto nel word processor dell’autore.

Al paragrafo 15 la riuscita di una prova in teoria renderebbe inaccessibile un oggetto indispensabile per finire il Corto.

Capisco che l’autore abbia voluto approfondire e differenziare una dinamica altrimenti ripetitiva, ma il sistema di combattimento è un po’ farraginoso.

Il meccanismo di doversi andare a leggere le proprietà di un oggetto nel paragrafo specifico è molto poco funzionale, anzi deleterio per lo scorrere della lettura/gioco.

L’idea di giocare in tre (che inizialmente mi aveva un po’ spaventato) in realtà è un po’ pretestuosa: il Corto funziona benissimo con un unico giocatore a controllare tre personaggi.

Il meccanismo dell’incontro con i monaci nella locanda e quindi della rivelazione dell’uso del talismano richiede almeno 6 monete d’oro, quindi in teoria almeno due personaggi: l’avventura può essere portata a compimento anche così, però mi sembra un po’ castrante per i giocatori.

La grafica con cui vengono indicate le caratteristiche degli avversari non è proprio immediata, almeno non per me (ma dai commenti mi pare di non essere l’unico ad averla trovata poco immediata).

Francamente credo che l’indovinello della fattucchiera sia stato posto male, oltre al fatto che manca l’articolo “il”.

CONCLUSIONI   

Peccato per tutti i refusi, gli errori grammaticali, ecc. e anche per certe banalità (i monologhi dei nemici che rivelano le loro intenzioni, come già segnalato da altri) o dimenticanze (anche se viene liberato, non è specificato che animale hanno catturato i bracconieri!), ma d’altra parte l’impressione che mi ha dato l’autore è di qualcuno che la sa lunga sui librogame fantasy di gusto classico ed ha saputo imbastire sia una trama dal sapore classico ma non banale che un gioco molto ben calibrato e abbastanza avvincente per il lettore. 6,5

GGigassi
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1540 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 8° - Avventura nella Foresta

sono più d'accordo con la recensione di GGigassi che con quelle precedenti, definirei il corto "ingenuo" in molte cose da voi citate (personaggi che "si parlano addosso", sistema di combattimento troppo elaborato, la pretesa di essere un multiplayer, soprattutto errori di lingua) ma le dinamiche di gioco (oggetti, trucchi, paragrafi nascosti, percorsi diversi) si incastrano bene e senza intoppi, rendendo il gioco piacevole.

Vedo tante insufficienze ma rispetto ad altri corti di questo stesso concorso è senza dubbio più interessante da giocare, anche se sicuramente non da leggere

Boole
Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
187 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 8° - Avventura nella Foresta

Vediamo un po’:

REGOLAMENTO
Ricco di opzioni, in stile Blood Sword: ottima la possibilità di far giocare più lettori.
La parte dei combattimenti è abbastanza complessa.
Ci sono delle imprecisioni nella scheda, sicuramente un controllo accurato avrebbe giovato.
La regola dei tre giorni mi sembra un po' pretestuosa: si poteva scegliere qualche altra ragione, anche più funzionale.

TRAMA/AMBIENTAZIONE
Interessante.
L'unica perplessità a livello di introduzione è: ma come fa il sovrano a sapere che voi “avventurieri sconosciuti” non siate spie di altri paesi?

STRUTTURA
I link non funzionano, ma sapere che nella versione originale erano stati impostati bene gioca a favore dell'autore.
C'è un effetto-compressione che non mi era piaciuto già in altri corti: i paragrafi sono attaccati e alcune parti vanno a sovrapporsi l’una con l’altra, risultando scomode (es: paragrafo 15, in cui tutto è un po’ troppo appiccicato).

PARTE LUDICA
Non ci sono indicazioni sulle coordinate, né accenni su come facciamo a prenderle. Scopriamo tutto in-game, come nel paragrafo 81. L'idea è geniale, ma il sistema è un po' confuso: all’81 entro nel passaggio sud-est, che però è un vicolo cieco. Il paragrafo mi dice di cancellare l’opzione sud-est (non si specifica da dove) e che si può provare l’altra coordinata (ma il testo non ricorda quale, e noi non possiamo né ricordarcela a memoria né ricordarci a memoria quale paragrafo era; dobbiamo scrivercela)
Per il resto, è divertente giocarci e alcune trovare sonos tate azzeccate.

NARRAZIONE
A parte alcuni errori ortografici e/o di punteggiatura, è tutto è descritto molto velocemente, quasi come se l'autore avesse avuto poco tempo per perfezionar eil tutto: ci si perde senza capire come, si viene attaccati da animali (es: formiche) e si risolve senza capire come.



In definitiva, un racconto pieno di buone idee, che alla prima lettura mi aveva fatto gridare al miracolo per tante scelte coraggiose (la possibilità di giocare in gruppo, le coordinate, i paragrafi nascosti) ma che all'atto pratico risulta forse risentire della fretta nella chiusura (errori ortigrafici, troppi) e sembra avere situazioni scelte con poca tranquillità.
Il mio voto è 6.

"Lo sai come dev'esse lo sguardo del carabiniere? Pronto, acuto e profondo".

Adriano
Amministratore
useravatar
Offline
4782 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
4862
Totale Sondaggi:
98
Totale Messaggi:
141515
Totale Messaggi Oggi:
6
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
5632
Ultimo Utente Registrato:
emispam