Home Magazine Archivio annate Annata 2012 Anno 7 n°7 (75) - DICEMBRE 2012 - Videogioco di Lupo Solitario, poche news
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

L'invasione dei nuovi librogame continua. Sempre più case editrici propongono il proprio libro interattivo. Cosa ne pensi?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 107.23.37.199
Anno 7 n°7 (75) - DICEMBRE 2012 - Videogioco di Lupo Solitario, poche news

Lupo Solitario: ecco il videogame, poche news

di Andrea Tupac Mollica (Drystan)

Nell’edizione di Lucca Comics&Games appena trascorsa, l’Arcimaestro Ramas Joe Dever ha presentato il gioco di Lupo Solitario, che dovrebbe uscire nel 2013 su tablet per piattaforma iOS e Android.

Dovrebbe in corsivo, perché le vicissitudini di questo gioco si trascinano ormai da diversi anni, sin da quando il progetto era stato inizialmente preso in carico da una software house indiana, la Ksatrya, che, però, lo abbandonò ben presto per motivi mai chiariti sino in fondo; probabilmente una questione di budget e di cattiva gestione del brand Lupo Solitario.

Oggi sul progetto ha rimesso mano una casa italiana - la ForgeReply - e ne ha radicalmente cambiato il concept: non più un gioco “ammazzatutti” con motore grafico interamente in 3D, ma un vero e proprio LibroGame su tablet, con enigmi grafici e solo i combattimenti in ambiente 3D, saltuariamente introdotti da cutscenes.

Joe si è sbottonato un po’ sulla trama del gioco, che da quanto appreso da Lgl Mag, sarà la seguente.

La storia è ambientata tra il numero III Negli Abissi di Kaltenland ed il numero IV, L’Altare del Sacrificio, e costituirà la nuova storyline ufficiale del nostro eroe, andando a sostituire definitivamente quella proposta nei romanzi di John Grant, invisi a una larga fetta di appassionati.

Una comunità di minatori a ridosso dei Monti Durncrag ha scoperto una ricchissima vena di Bronin, il prezioso metallo dalle straordinarie caratteristiche di resistenza e leggerezza, e con questo sta sviluppando della rudimentale tecnologia a vapore. A un certo punto dal villaggio non si hanno più notizie, e Lupo Solitario viene mandato a investigare...

Come si può vedere, l’idea ricalca da vicino quella de «L’Altare del Sacrificio», almeno nel suo incipit. La storia si articolerà in tre capitoli distinti e auto conclusivi, con uscite annuali a partire, come già detto, dal 2013.

Importanti cambiamenti verranno impartiti sia al personaggio di Lupo Solitario, che avrà una veste più oscura, affine alle atmosfere di giochi come Dark Souls, sia agli ambienti e agli storici nemici come i Giak e i Gurgaz.

Sempre da quanto si è appreso, la gestione dell’equipaggiamento e il sistema delle Arti Ramas rimarranno sostanzialmente invariati rispetto quanto proposto nei librogame cartacei. In particolare, alcune Arti saranno utili nella parte testuale del gioco, mentre altre (come la Scherma, lo Psicolaser e lo Psicoschermo) mostreranno la loro utilità nelle fasi di combattimento.

L’impressione avuta allo showcase è quella di un’intenzione seria di produrre il gioco, ma anche di una fase decisamente iniziale dei lavori.

Pochi i bozzetti proposti, (in pratica solo quelli che è possibile trovare comunque sul sito dedicato al gioco) nessun modello 3D animato né di Lupo Solitario né dei mostri, nessuno screenshot della parte testuale.

Tuttavia, quando (e qualora) il gioco vedrà la luce sarà una proposta interessante, decisamente orientata verso lo zoccolo duro dei fans di Lupo Solitario che prediligono la parte di narrativa interattiva a quella più smaccatamente videoludica.