Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2013 CORTI 2013 3/9 - ''FUGA NELLA NOTTE''
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LGL Login



Segui LGL su Twitter

LGL su Facebook



Utenti online

  • powerbob
  • Evernight
  • kenfalco
  • gabrieleud

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Quale titolo di autore Italiano, tra quelli usciti a Lucca 2019, ti è piaciuto di più?

JoomlaStats Visitor Details

Unknown Unknown
Unknown Unknown

Your IP: 18.207.255.49

CORTI 2013 3/9 - ''FUGA NELLA NOTTE''

Re: CORTI 2013 3/9 - ''FUGA NELLA NOTTE''

abeas ha scritto:

Secondo me poi il singolo utente che vota non dovrebbe basare il suo voto sulla rispondenza o meno dell'opera con le regole del concorso, sulla forma (leggo spesso di penalizzazioni assurde per semplici errori di battitura) o su altri dettagli tecnici come link non funzionanti o formattazione del documento. Questi sono aspetti che rientrano nelle competenze tecniche di valutazione della giuria e a mio parere chi vota tenendo conto di questi aspetti sta sconfinando nel ruolo di giudice, cosa che non gli compete. Invece fin troppo spesso vedo giudizi che si basano esclusivamente su questi aspetti piuttosto che sul contenuto dell'opera.

Be' ma no, è comunque una "giuria popolare", ed è giusto che ciascuno segnali i problemi anche tecnici.

Certo, per come la vedo io, non è giusto ridurre il voto se non ci sono i link tra paragrafi (metterli è cortesia, ma non dovrebbe essere obbligo) o se ci sono errori chiaramente dovuti alla formattazione effettuata dai giudici ufficiali.

Però, d'altra parte, se gli errori di battitura e di sintassi sono numerosi, denotano o scarsa dimestichezza con lo scrivere, o mancato lavoro di limatura dei dettagli. Entrambe le cose vanno prese in considerazione, secondo me. Va bene che non aspiriamo al Premio Strega, ma non è un caso se tra i racconti più "castigati" dalle giurie ce ne sono uno incompleto (paragrafi mancanti) e uno molto faticoso da leggere a causa di problemi personali che hanno concesso all'autore solo il tempo di buttar giù tutto senza poter rifinire l'opera. L'aspetto formale è importante. Non è la maiuscola mancante o la riga singola invece che doppia tra due paragrafi, il problema. Il problema è quando la maggior parte del testo presenta questo tipo di problemi. Significa che poteva essere curato di più, tutto quanto.

Questo è come la vedo io. Ma io sono anche noto come uno dei votanti più severi e di braccio corto, perciò penso che questa mia opinione fosse prevedibile.

EGO
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1952 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CORTI 2013 3/9 - ''FUGA NELLA NOTTE''

**** VOTAZIONI CHIUSE! ****

Dragan
Coordinatore
Amministratore
useravatar
Offline
5391 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CORTI 2013 3/9 - ''FUGA NELLA NOTTE''

Al posto del Premio Strega, indurrei il Premio Stregone, per il Corto più bello di sempre...

Danilo Baldoni
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1343 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CORTI 2013 3/9 - ''FUGA NELLA NOTTE''

Beh, visto che ora si può parlare, comincio a fare qualche commento qui (poi se si apre un thread apposta, ricopierò).

Prima di tutto mi tolgo il sasso, così poi posso passare a discutere in serenità tutti i lati positivi dell'esperienza:

Io credevo sinceramente che fosse meglio presentare i paragrafi in ordine senza mescolarli, così che i giudici potessero avere sott'occhio comodamente tutte le alternative senza dover saltare qua e là. Quando ho spedito il racconto ho spiegato la cosa e chiesto se dovevo mescolarli. Siccome ho consegnato alla prima scadenza (che poi è stata posposta di 2 settimane), se mi fosse arrivata risposta avrei avuto tutto il tempo di mescolarli! In ogni caso non mi sono preoccupato perché pensavo che il giudizio si sarebbe basato sul racconto e non sulla forma, visto che mescolare i paragrafi è solo una questione meccanica. Per di più il bando non faceva parola della questione. Quindi, tranquillo.

E invece, perbacco! Mi avete tolto un sacco di punti, disgraziati!!!  sad2

Detto questo: avrei avuto davvero il tempo di mescolarli? Probabilmente no, quindi vabbè.  rolleyes

E ora passiamo ai commenti del niubbo:
a) Mi sono divertito tantissimo, sia a scrivere che a seguire i commenti (anche se purtroppo non ho avuto tempo di leggere o votare neanche un racconto, ma con calma me li leggerò). Esperienza che rifarò sicuramente... sempre che mi venga qualche buona idea, il che non è scontato.
b) Non mi aspettavo una tale quantità di lettori e commenti così approfonditi! Vorrei davvero ringraziare tutti per l'impegno nel concorso, a partire dagli organizzatori per la pazienza che dimostrano nel sopportare le nostre rimostranze rolleyes , e soprattutto ai lettori che hanno dedicato del tempo al mio racconto che, diciamolo, era un po' una ca*ata  smile2
GRAZIE!

Quando ho tempo vi scrivo un po' di retroscena, visto che avevo in mente certe cose che a volte sono state recepite e altre volte al contrario, alcune cose me le aspettavo e altre no eccetera, infine ho un aneddoto piuttosto divertente. Evviva i Corti!

Zot
Cartografo del Magnamund
Illuminato
ranks
useravatar
Offline
485 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CORTI 2013 3/9 - ''FUGA NELLA NOTTE''

Zot ha scritto:

diciamolo, era un po' una ca*ata 

A me è piaciuto bigsmile

La vita è dura per i soldati di ventura.

Jhongalli
Illuminato
ranks
useravatar
Offline
491 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CORTI 2013 3/9 - ''FUGA NELLA NOTTE''

Zot, mi dispiace per quanto ti è capitato... Ma almeno per quel che mi riguarda, il mancato rimescolamento non ha cambiato di una virgola il mio voto. Anche perché sarei stato un bell'ipocrita, visto che Viatico non ha i paragrafi rimescolati! smile2

Ribadisco che quello che mi ha infastidito è stata una storia non autoconclusiva. Mi va benissimo in altri ambiti, ma qui non mi è piaciuto. Ovviamente ti consiglio di continuare a scrivere, espandere e via discorrendo. D'altronde l'impronta artistica non ti manca, viste le mappe! smile Io non sono mai riuscito a stare dentro agli spazi quando coloravo all'asilo, e crescendo sono peggiorato... sad

Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate.

I miei racconti

Apologeta
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1724 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CORTI 2013 3/9 - ''FUGA NELLA NOTTE''

Allora due parole sulla genesi.
Prima di tutto non avrei partecipato se l'argomento non fosse stato il Magnamund. Non perché non abbia mai avuto voglia di partecipare (una volta mi era venuta un'idea fighissima ma erano già scaduti i termini, altre volte non mi è mai venuto in mente niente, ma diciamo che un po' ci penso sempre) ma quest'anno ero immerso in un'orgia di lavoro e non avevo un minuto! Però il Magnamund era un'occasione imperdibile e mi è subito venuto in mente di parlare di QUEL personaggio, che ricordo con particolare piacere perché è l'unico momento un pochettino romantico in una serie altrimenti maschilissima.

Insomma, mi sono ritagliato 3 giorni, decisamente troppo pochi, e ho scritto tutto di corsa. E infatti c'è scappato l'errore: quel pugnale che lei può non avere (ho subito corretto: ce l'ha) e che voi avete scoperto (grazie per la segnalazione!).

Lo spirito con cui ho affrontato la scrittura deriva da una mia esperienza: un bel po' di anni dopo le mie letture di librogame, sono riuscito con un colpo di fortuna a procurarmi il Magnamund Companion e a leggermi la mini-avventura di Banedon. Non vi dico la sensazione di tornare bambino! Rileggere i luoghi e i protagonisti, con lo stesso stile e le stesse regole mi era piaciuto troppo. Ecco, più che fare un racconto bello in sé volevo concentrarmi sul riproporre quella sensazione di aver trovato un pezzetto di libro anni '80 perduto. Con tutti i miei limiti, mi pare che qualcuno di voi abbia colto l'atmosfera, e quindi sono molto soddisfatto.

Questo implicava anche riproporre pari pari il regolamento di Joe Dever, anche se sapevo che mi avrebbe penalizzato per la mancanza di originalità. Non c'è storia: per me il Magnamund è QUEL regolamento. Ci sarà tempo la prossima volta di tirare fuori il Mio Regolamento Originale & Fighissimo (seee... magari).
Volevo ricreare anche lo stile asciutto alla Giulio Lughi, con paragrafi brevi pieni di "vedi questo, vedi quello". In questo mi sa che ho esagerato (infatti no, non sono un master di ruolo dai tempi di Uno Sguardo nel Buio  smile2 ).
Il paragrafo 32 che si interrompe a metà per creare suspence è anche quello un segno dell'epoca.

A proposito di regolamento, l'unica critica che rigetto è "con 2 di Combattività e Furia del Vento non si può vincere": avete 2 di Combattività e scegliete un'arte di combattimento anziché una di sotterfugio? Errore vostro!  tongue

Sulla trama devo dire che ho perso colpi. Sicuramente avrei voluto fare una storia meno lineare e con un finale più "finale", ma purtroppo man mano che mi documentavo su Traversata Infernale ho cominciato a infilarci dentro un sacco di citazioni, tanto che alla fine credo sia più un gioco a cogliere i riferimenti piuttosto che un racconto che stia in piedi da solo.
Per dire: le strade e i personaggi sono tutti presi dal libro, le armi dell'armaiolo sono le stesse che vede LS (e ugualmente utili, infatti!), ciò che lei ottiene dai pescatori è uguale a quello che trova Lupo Solitario se li sconfigge... Se uno non ha giocato a Traversata Infernale 5 minuti prima ho idea che si diverta la metà  smile2

E ora veniamo al finale. Ho già scritto / scriverò un seguito? Noooo!
Nella mia idea lei doveva incontrare LS in qualche modo, e magari ridargli il Sigillo... ma mentre andavo avanti mi è venuto in mente che sarebbe stata una violazione del regolamento. In fondo nei libri LS non incontra nessuno prima di partire. Se ha perduto l'anello perché non ha trovato i pescatori o perché l'ha venduto scioccamente alla vecchia (opzioni che ho messo con tiri di dado, nel senso che se Aliseya non trova l'Anello vuol dire che ce l'ha LS) nessuno glielo riporta e lui è condannato al fallimento al confine di Durenor. Quindi a metà della scrittura ho capito che non avrebbe potuto incontrare LS e ho inventato un modo per salvargli la vita ugualmente uccidendo il secondo prete.
"La Cripta dei Dannati" non lo scriverò mai... era anche questo un rimando ai vecchi librogame, che finivano sempre con il titolo della prossima avventura, e ci fantasticavi sopra per dei mesi finche non veniva pubblicata. Serve per fantasticarci su. Secondo me va all'isola dove la madre è morta per recuperare l'antica sapienza delle sacerdotesse (e magari il Flauto serve a qualcosa), però potrebbe anche cercare di raggiungere LS a Durenor e perdersi in una tempesta... chissà?

Per finire, un curioso aneddoto:
A Firenze incontro Joe e non resisto: gli dico che ho scritto un corto sul Magnamund e gli parlo del personaggio che ho scelto. Casca dal pero, neanche si ricorda. Ci rimango male e, tornato a casa, vado su Project Aon per beccare il paragrafo e spedirglielo.
Amara sorpresa!
Nell'edizione inglese la tipa non è la figlia del taverniere, ma solo una cameriera.
Non si guardano fuggevolmente negli occhi prima di sparire nella notte, ma lui "la ringrazia cortesemente".
Insomma, era tutta un'invenzione della traduzione italiana!

applauso

Zot
Cartografo del Magnamund
Illuminato
ranks
useravatar
Offline
485 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: CORTI 2013 3/9 - ''FUGA NELLA NOTTE''

Zot ha scritto:

A Firenze incontro Joe e non resisto: gli dico che ho scritto un corto sul Magnamund e gli parlo del personaggio che ho scelto. Casca dal pero, neanche si ricorda. Ci rimango male e, tornato a casa, vado su Project Aon per beccare il paragrafo e spedirglielo.
Amara sorpresa!
Nell'edizione inglese la tipa non è la figlia del taverniere, ma solo una cameriera.
Non si guardano fuggevolmente negli occhi prima di sparire nella notte, ma lui "la ringrazia cortesemente".
Insomma, era tutta un'invenzione della traduzione italiana!

Lughi docet!!!

Ribadisco, questo è il mio 'premio della critica', è stato il Corto che mi è piaciuto di più di tutti anche se non gli ho dato i voti più alti.

Imho DEVI proseguire.

Dragan
Coordinatore
Amministratore
useravatar
Offline
5391 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
4858
Totale Sondaggi:
98
Totale Messaggi:
141498
Totale Messaggi Oggi:
17
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
5628
Ultimo Utente Registrato:
NAK!