Home Forum General Librogame e dintorni I Corti di LGL 2016 I Corti di LGL 2016 - 5° - Fish and Chip

Cerca nel sito

Il Sondaggione!!

Librogame in versione variant o deluxe: cosa ne pensate?

I Corti di LGL 2016 - 5° - Fish and Chip

Re: I Corti di LGL 2016 - 5° - Fish and Chip

Aloona ha scritto:

    FinalFabbiX ha scritto:

    Per cui

Per cui...?
Suspance?

No, pessima connessione. Mannaggia, non mi ha preso l'ultimo edit!
Corro subito a rimediare

FinalFabbiX
Signore del Totoautori 2016
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1491 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 5° - Fish and Chip

Questo Corto ha pregi indiscutibili: ha una bella atmosfera, ricostruisce con nostalgica accuratezza un bellissimo genere d'altri tempi e, soprattutto, è divertente. La serie di citazioni e la messa in scena di oggetti e situazioni tipiche del genere ha mandato in solluchero un vecchio appassionato come me che, una volta entrato in fase critico-adolescenziale, non vedeva l'ora di giocare personaggi sporchi e cattivi e mettere per qualche anno in soffitta elfetti e co. Il regolamento è semplice e funzionale, e la struttura tiene abbastanza bene a livello di consequenzialità.
Gli diamo 9, o 10, allora? No, perché ci sono purtroppo alcuni difetti significativi.
In primo luogo, e nel complesso è il difetto più grave, il Corto è troppo poco interattivo: le scelte sono scarse (e spesso poco significative), e i bivi si riducono talvolta a constatare il possesso di un oggetto o di un codice; anche quando ci viene offerta una scelta in teoria cruciale (accettare o rifiutare, per dire), alla fine essa si rivela irrilevante, e l'autore ci riconduce da buon pastore sul binario prescritto. Per me questa circostanza, come ho già detto in passato, è piuttosto avvilente, e diventa pestifera quando si combina con un protagonista ben caratterizzato, perché finisce per "respingermi" dal corto, trasformandomi da protagonista a spettatore, il che è nella natura di un romanzo, ma non, per me, di un librogame.
In secondo luogo, è davvero troppo breve (e anche facile). Non sono di quelli che deve scervellarsi su un Corto un'intera settimana per essere contento, però questo l'ho finito alla prima passata in circa 15 minuti (lo giuro), e me ne sono bastati altrettanti per esplorare (velocemente) tutte le diramazioni. Spesso (quasi immancabilmente) poi l'autore ci avverte enne volte prima di "colpire"; dare qualche indizio è sacrosanto, però oltre un certo limite mi sento trattato come un bambino:

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
Qualcuno può davvero non capire che la ragazza non è la fidanzata di Larry? Io non lo credo, c'è una sequela eccessiva di luminosi indizi.
Insomma, un po' troppo breve, facile, lineare, "telefonato".
Infine, sarà deviazione professionale, ma i refusi mi indispongono sempre un poco. Non stronco certo un corto per questo, ma un mezzo punto in  meno lo fanno, specie in questa edizione con errata corrige.
In definitiva, un corto divertente (quindi, data l'importanza che do a questo parametro, il giudizio non potrà che essere positivo), ma che manca in un aspetto essenziale della letteratura interattiva, cioè appunto l'interattività (e che quindi non può puntare per me alle alte vette).
Se gli interessasse un mio parere, consiglierei all'autore di mantenere stile e ambientazione (sono molto buoni!) e creare una struttura più articolata e giocabile; in alternativa, di lasciar perdere l'idea di librogame e scrivere un divertente racconto amarcord, che sarà molto amato da me e da tanti altri appassionati come me.

VOTO 7.

Dario III
Inadatto a regnare
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1016 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 5° - Fish and Chip

Dario  III ha scritto:

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 
Qualcuno può davvero non capire che la ragazza non è la fidanzata di Larry? Io non lo credo, c'è una sequela eccessiva di luminosi indizi.
Io!! Presente!
Col fatto che il corto è molto lineare, l'ho letto in maniera leggera e non ho neanche sospettato che alla fine, anche qua ci fosse il ragionamento da fare.

FinalFabbiX
Signore del Totoautori 2016
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1491 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 5° - Fish and Chip

Uno dei primi pensieri è stato: "Chissà ­se l'autore ha volontariamente omesso il­ titolo?". Non che sia importantissimo...p­erò mi fa strano. Il titolo non rapprese­nta forse la congiunzione tra la nascita e­ il cuore del racconto? Non è forse il r­iassunto di ciò che abbiamo scritto?
Vab­bè, sciocchezze a parte...Fish and Chip mi è­ piaciuto. Soprattutto l'atmosfera (ben creata dalle parole dell'autore, ha certamente contribuito alla mia immedesimazione) e il regolamento, e­quilibratissimo (anche se poi nella prat­ica qualche difetto l'ho riscontrato. Ad­ esempio, la calibrazione della difficol­tà verso il basso. Ho finito il Corto al­la seconda partita e i punti vita di Jac­k Armitage sono troppi) e ben sfruttato:­ i codici ben piazzati senza errori e l'­uso degli oggetti chiarissimo (mi piace ­il sistema grassettato, già visto quest'­anno nel Ritorno della Bestia, penso che­ lo userò nei miei prossimi Corti al posto dell'iniziale maiuscola).

La pulizia del foglio è buona e lo stil­e di scrittura non è male, l'impegno del­l'autore si vede e la longevità del racc­onto è molto alta. Ho trovato interessan­te andare a vedere tutte le possibili d­iramazioni anche dopo aver finito la par­tita.

Ho trovato alcuni refusi e un errorino di progettazione (riporto solo quest'ultimo).
Segue spoiler...

 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 Al paragrafo 2 il link al 75 ci porta invece al 17, che va bene. È il numero 75 che andrebbe modificato con 17 appunto. Strano perché solitamente è proprio il  link ad essere sbagliato, non il carattere.
Non ho invece gradito un passaggio:
 Spoiler Show Spoiler Hide Spoiler
 L'utilizzo in senso dispregiativo al p.21 del termine "negra", ormai in disuso da più di un secolo e fuori luogo se non per offendere un donna di colore. D'accordo che magari nella Seattle del 2031 è tornata in auge la segregazione razziale e comprendo anche che il pensiero di Armitage (che comunque nel testo non viene descritto come razzista o particolarmente violento/xenofobo) non è quello dell'autore però il regolamento vieta espressamente contenuti razzisti. Nulla di particolarmente grave ma io, nel mio Corto, non l'avrei messa a meno che non avessi scelto come protagonista un adepto del Ku Klux Klan della Virginia negli anni '60. Armitage non è così però, dunque quella parola buttata lì mi pare fuori luogo. Nessuna polemica o rancore con l'autore, ovviamente.
Il coinvolgimento è stato dunque buono ­ma non altissimo. La riuscita tecnica no­n può infatti sopperire a domande un pò telefonate ai bivi e ad una trama non­ sviluppata a fondo.
Il protagonista (no­i!) rimane sempre sottotraccia. Sa qualc­osa ma mai troppo, questo aspetto mi va ­bene durante il racconto ma verso la fin­e avrei desiderato sapere di più. Anche ­l'Epilogo è povero di news e manca del c­olpo di scena. Un finale positivo ma pia­tto, direi.
Avendo percepito sulla mia pelle con La Lacrima di Nyxator l'impatto di domande troppo poco coinvolgenti ai bivi, sono sensibile su questo punto. Se ci si rivolge a bambini ok ma per un pubblico adulto come noi ci vuole qualcosa in più di "hai l'oggetto X o non ce l'hai" o "vai al bancone o al tavolo" ecc..
Non voglio essere troppo severo perché come già detto il racconto non è male però questo è quanto.

Assegno dunque un buon voto, convinto, ­e faccio i complimenti all'autore che potrebbe­ beccarsi pure la mia nomination agli Oscar­ come Miglior Regolamento.
Nessuna eccel­lenza però e, ridendo e scherzando, a me­tà Concorso, il Corto che mi ha coinvolto­ maggiormente rimane Il Ritorno della Be­stia

Voto:

Fa che ciò che ami sia il tuo rifugio

Anima di Lupo
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2552 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 5° - Fish and Chip

matteo il termine NEGRA che sappia io(ma potrei sbagliarmi) è anche presente nel dizionario,e non è considerato spregiativo

w la FOCA che Dio la BENEDOCA

ulnar primo
sempre presente
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1267 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 5° - Fish and Chip

a meno di essere utilizzato proprio con quell'intento ma non credo proprio sia questo il caso

w la FOCA che Dio la BENEDOCA

ulnar primo
sempre presente
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1267 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 5° - Fish and Chip

Anche stronzo è presente nel dizionario, il che non significa che non sia spregiativo.

Dal dizionario Treccani:

Nell’uso attuale, negro (corrisp. all’angloamer. nigger) è avvertito o usato con valore spreg., sicché in ogni accezione riferibile alle popolazioni di colore e alle loro culture gli si preferisce (analogam. a quanto avvenuto in Paesi in cui la questione razziale era particolarmente viva) l’agg. e sost. nero (corrispondente all’ingl. black e al fr. noir).

A un certo punto esce fori un vecchio che fà dice: “Presto chiamate un’ambulanza”, dico “Ma che chiami? Non lo vedi che questi c’hanno si e no trenta secondi de vita?”. Aò so passati venti secondi, so’ spirati proprio così, all’unisono… Mortacci l£%0%0%0%0%0

¿„ãßꪧ¬
Arkham Lêgãcy ¬
Arcimaestro
ranks
useravatar
Offline
739 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 5° - Fish and Chip

allora stando cosi le cose è da squalificare per razzismo sto corto

w la FOCA che Dio la BENEDOCA

ulnar primo
sempre presente
Cavaliere del Sole
ranks
useravatar
Offline
1267 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 5° - Fish and Chip

Il Corto di questa settimana mi suscita sentimenti contrastanti, poiché a una prosa degna dei migliori scrittori che frequentano il sito contrasta una realizzazione modesta, senza grandi aspettative. Il risultato è comunque un'opera godibile, che mi ha concesso una mezz'ora di relax, senza costringermi a scervellarmi su regolamenti mal spiegati, tiri di dadi su tiri di dadi, paragrafi nascosti che per trovarli è necessario fare reverse engeneering. Accennavo alla prosa... Beh, l'autore usa le parole con il cesello e con il misurino. Mai una parola o una battuta sprecata: ogni frase è godibile e arricchisce la narrazione, dipingendo la storia come un capolavoro. Peccato per una difficoltà poco calibrata (troppo facile) e per i bivi in fin dei conti quasi mai decisivi. L'autore ci voleva guidare verso la conclusione, così come l'aveva immaginata lui, spianandoci la strada per farlo. L'ambientazione è bella, ma passa via tutto sommato rapidamente. Forse era meglio sforbiciare qualche bivio e arricchire un po' il setting, ma in definitiva, va un po a gusti. Un bravo all'autore, quindi. Ma non un bravissimo. In definitiva assegno 7, anche in ragione di qualche refuso. Ah, molto intrigante il personaggio di Armand, buttafuori che mi ricorda tanto un mio amico.Il Corto di questa settimana mi suscita sentimenti contrastanti, poiché a una prosa degna dei migliori scrittori che frequentano il sito contrasta una realizzazione modesta, senza grandi aspettative. Il risultato è comunque un'opera godibile, che mi ha concesso una mezz'ora di relax, senza costringermi a scervellarmi su regolamenti mal spiegati, tiri di dadi su tiri di dadi, paragrafi nascosti che per trovarli è necessario fare reverse engeneering. Accennavo alla prosa... Beh, l'autore usa le parole con il cesello e con il misurino. Mai una parola o una battuta sprecata: ogni frase è godibile e arricchisce la narrazione, dipingendo la storia come un capolavoro. Peccato per una difficoltà poco calibrata (troppo facile) e per i bivi in fin dei conti quasi mai decisivi. L'autore ci voleva guidare verso la conclusione, così come l'aveva immaginata lui, spianandoci la strada per farlo. L'ambientazione è bella, ma passa via tutto sommato rapidamente. Forse era meglio sforbiciare qualche bivio e arricchire un po' il setting, ma in definitiva, va un po a gusti. Un bravo all'autore, quindi. Ma non un bravissimo. In definitiva assegno 7, anche in ragione di qualche refuso. Ah, molto intrigante il personaggio di Armand, buttafuori che mi ricorda tanto un mio amico.

Quando hai poche carte è importante sapere in che modo ed in quale istante giocarle...

babacampione
Assassino della Grammatica
Grande Maestro Ramas
ranks
useravatar
Offline
908 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Re: I Corti di LGL 2016 - 5° - Fish and Chip

Certo che pure tu, babacampione... prima ti lamenti dei paragrafi nascosti e poi nascondi (o meglio mimetizzi non mettendoli in evidenza) i tuoi voti!
Se fossi appena reduce dalla lettura di True Path chissà quali speculazioni riuscirei a fare sul testo ripetuto due volte, poi.

GGigassi
Barone del Sole
ranks
useravatar
Offline
2810 Messaggi
Info utenti nei messaggi
Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:
 
Totale Discussioni:
5765
Totale Sondaggi:
100
Totale Messaggi:
154269
Totale Messaggi Oggi:
2
Info Utenti:
 
Totale Utenti:
9883
Ultimo Utente Registrato:
perrix